Lights Out: “Only You” è il secondo singolo!

Secondo video-single per i punkers lombardi, estratto dal fortunato album “Rotten Stramorten”

Rotten Stramorten” è il titolo del nuovo disco dei Lights Out, punkers varesini alla seconda uscita discografica (per la RocketMan Records di Milano), già conosciuti per il loro punk rock melodico del primo album “Older and Louder” (2014).
Dopo avere ballato nudi in piscina ed essere sopravvissuti ad un attacco alien ecco che i Lights Out stavolta finiscono per essere catapultati indietro nel tempo! E si ritrovano improvvisamente immersi negli anni 20, gli anni ruggenti dei vestiti eleganti, del grammofono, e del proibizionismo sugli alcolici! I loro strumenti musicali si trasformano in accordo con l’epoca storica, ma i nostri non si scompongono, anzi… si faranno notare, ovviamente, per il loro comportamento irriverente, le bevute di whiskey e la musica anacronistica che provoca ira e disgusto dei presenti.

Come sempre i Lights Out si distinguono per fare dei video studiati anche nei particolari, come le locandine appese ai muri o l’etichetta sulla bottiglietta di whiskey creata apposta col nome di Old Grand Dad Whiskey… fantastica! A farci tornare alla nostra epoca ecco un bel Maggiolone con i loghi verdi Lights Out sulle portiere e sul cofano!

Il nuovo disco, “Rotten Stramorten“, è assolutamente esplosivo e riporta a fuoco agli anni novanta, con un sound aggressivo e granitico ed un arricchimento notevole negli arrangiamenti, che trasudano punk rock ma non solo! I quattro varesini hanno ascoltato tanta musica e si sente, nella composizione dei 12 brani, l’influenza forte dell’hard rock, lo studio delle parti corali a più melodie (degne dei cori alpini), accordi di chitarra hawaiani, fischi e trombette, campanacci… insomma, sono dei creativi e gli piace mescolare cose diverse pur mantenendo salda l’anima punk che li guida. I 12 brani del disco si susseguono sciorinando pezzi a tutta velocità e intervalli più rallentati, ma mai scadenti o banali, grazie alla sezione ritmica basso-batteria rocciosa e particolareggiata, a due chitarre che si intrecciano nelle melodie e a volte sorprendono con attacchi molto rockettari in pompa magna. Infatti nella miriade di bands che i Lights Out citano come loro influenze troviamo gruppi come i Boston o i Motorhead, oltre ai canonici NOFX, Lagwagon et similia, ma anche gruppi british tipo i Cribs, o giapponesi come i Melt Banana.

L’atteggiamento scanzonato ed irriverente tipicamente punk caratterizza tutto, oltre alla musica: i testi, le immagini di questo cd (nel booklet c’è addirittura un fumetto a strisce ideato sempre da loro) e soprattutto i loro Videoclip, divertentissimi e geniali, se pensiamo che sono ideati e prodotti interamente da loro stessi con pochi mezzi casalinghi… ma tante idee divertenti!

In attesa delle date estive della band in supporto a “Rotten Stramorten“, possiamo vederli dal vivo l’8 marzo a Milano (Ligera) insieme ai compagni di etichetta Rappresaglia (altra storica band italiana).

> FACEBOOK

Share Button
Written By
More from ukizero

Nautha, comune denominatore, la psichedelia

Innovazione contaminata, con una forte vena cantautorale italiana, dalle influenze rock schiette...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.