“Percorsi intrecciati e vite parallele” di Le Storie di Irut: cronaca di un incontro

Nel romanzo di Le Storie di Irut, pseudonimo di un autore che vuole rimanere anonimo, tutto nasce con la storia di John e Marika, e come il loro incontro completamente casuale porti i due protagonisti a pensare a cose irrealizzabili… Uno sguardo sulla voglia e la speranza che, nelle scelte casuali e azioni insignificanti, possono portare a vivere sogni che non si pensava si potesse minimamente realizzare…

In “Percorsi intrecciati e vite parallele” si narra di un incontro speciale, vissuto attraverso un appassionato gioco di sguardi: il protagonista dell’opera, John, si sta recando in chiesa quando una donna si aggrappa a lui perché sta per cadere. Gli occhi della donna lo rapiscono dal primo istante: John ne rimane abbagliato e quando ella si allontana, lui fa di tutto per non perderla di vista; durante la funzione il protagonista è concentrato solo su di lei, e sui gesti affettuosi che riserva a sua figlia – «Il suo sguardo era rivolto a lei in modo mirato, gli occhi di quel giovane le parlavano, le comunicavano che lui si era accorto della sua presenza e non si erano fermati su di lei solo per una coincidenza. John fissava Marika e lei lo percepì». Per John quell’incontro è un segno: già da qualche tempo provava insoddisfazione verso la sua vita, e desiderava qualcosa di più eccitante rispetto alla solita routine; Marika, questo è il nome della donna misteriosa, diventa il punto di non ritorno, la spinta ad agire. L’energia che scorre tra i due personaggi è palpabile, e l’autore sa bene come descriverla nella sua potenza; attratti l’uno dall’altra, John e Marika tornano alle loro esistenze sapendo di aver provato qualcosa di folle e inspiegabile.
Da quel momento iniziano le illusioni e le domande: John è ormai innamorato di quello sguardo che gli ha rapito il cuore e di quella donna che, pur non avendola mai toccata, è già diventata parte della sua anima; Marika è sposata e ha due figli piccoli e non può permettersi il tempo di sognare ad occhi aperti ma comunque un certo turbamento la assale, e il suo pensiero corre spesso verso quel ragazzo che l’ha fatta sentire desiderata.

L’autore ci racconta di questa passione platonica vissuta a distanza, e ci mostra le differenti conseguenze che avrà sui due protagonisti; John e Marika continueranno a percorrere strade parallele che solo a volte e per breve tempo convergeranno: un dilemma nascerà nei loro cuori, e scioglierlo non sarà semplice per nessuno dei due – «John e Marika furono i protagonisti di quel breve momento di vita, interpreti dei propri sogni, dei loro desideri e delle loro emozioni. Entrambi diedero impulso, vitalità, certezza e consapevolezza alle rispettive esistenze intrecciando il loro percorso quotidiano mentre parallelamente le loro emozioni, le loro sofferenze, la determinazione nell’ottenere un obiettivo differivano solcando spazi e mondi a loro divergenti».

Maurizio Libeni

> SITO Web
> YOUTUBE
Link di vendita online:
> IBS
> “IL MIO LIBRO

Share Button
Written By
More from ukizero

Le proficue nevrosi delle seghe mentali

Va di moda essere nevrotici, e invece di superare certi momenti in...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.