Super Rocco alla riscossa!

Il noto attore porno dichiara di essere stato vittima delle perversioni di un prete..

Rocco Siffredi molestato da un prete. Naturalmente non è successo in un film, e nemmeno dopo aver girato lo spot della patatina che tira, ma quando il pornoattore più famoso del mondo era solo un bambino.

Qualche giorno fa infatti, Siffredi, ha rilasciato al mensile Flair la seguente dichiarazione:

Sono stato vittima della fantasia repressa di un giovane prete. Avevo 11 anni e lui ne avrà avuti 25. Abitava vicino a casa nostra e, appena mia madre usciva, mi faceva salire nel suo appartamento per mostrarmi i giornaletti porno. Quando stavo per eccitarmi, faceva finta di uscire dalla stanza. Ma poi restava sulla porta a guardare“.

Poi ha cercato di gettare acqua sul fuoco aggiungendo:

Le mani addosso mai, però. L’idea che mi facesse vedere cose proibite non mi dispiaceva. Quando si parla di sesso non conosco ipocrisia. Al contrario della gran parte degli italiani“.

Certo, l’intervista poi prosegue con le dichiarazioni della sua prossima partecipazione ad un cinepanettone, il che, ci fa pensare che la dichiarazione (alla fine niente di compromettente e scandaloso, e parzialmente aggiustata) sia stata solo un’abile mossa pubblicitaria per “tirare su” un po’ di pubblicità. Anche se, per una attimo, devo dire che c’avevo creduto… Al fatto che poteva diventare il nuovo paladino della lotta alla pedofilia. Si, dai…

Mi sono immaginato che questa dichiarazione sarebbe potuta proseguire così:

Quindi adesso ho deciso di diventare il vendicatore di tutti i bambini abusati, e ho in mente di diventare un eroe mascherato che violenterà tutti i preti che si sono macchiati di questo aberrante crimine”.

Io ci speravo, perché magari poteva essere un bel deterrente -forse più della galera- e della psicoterapia, soprattutto se si fosse specificato che l’eroe mascherato agiva senza l’uso di vaselina e altri lubrificanti.

Magari sarebbe stato chiamato dalla polizia con un faro che illuminava il cielo, con la forma che sapete bene, invece del classico pipistrello di Batman che illuminava Gotham City quando c’era un’emergenza.

E a bordo della sua Dickmobile avrebbe girato intorno alle parrocchie in pieno pomeriggio, sempre pronto a ficcarsi in un sexy shop per cambiarsi d’abito nel giro di pochi secondi. E avrebbe catturato le sue prede lanciando dai polsi ragnatele fatte di preservati alla pesca.

Sarebbe diventato il porno-terrore mascherato, ed anche se non riesco ad immaginarmi un simbolo da disegnare sulla tutina di lattice aderente, voglio rimanere con la speranza e con questa romantica (?) quanto utopica visione della nostra piatta contemporaneità.

Marco Caponera

Share Button
Written By
More from Marco Caponera

Porno Scuola

E' in Austria la prima Università del sesso
Read More

5 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.