Porno Pensionata

Ilona Staller: 3.000 euro di pensione al mese come ex-parlamentare

Ilona Staller, in arte Cicciolina, tra poco compirà sessant’anni e quale miglior regalo poteva ricevere se non quello di una pensione da circa 3.000 euro al mese come ex-parlamentare?

La notizia è ancora fresca, e sta già facendo discutere.

Anche perché, il tema delle pensioni d’oro degli ex-parlamentari è un argomento sempre caldo da qualche mese a questa parte e il fatto che tocchi ad una ex-pornostar, sta facendo storcere il naso a molti, ma a noi no.

A noi sembra meglio Cicciolina, esempio di coerenza e coraggio e anche di fantasia (vogliamo ricordare le sue performance ippiche per caso?) che tanti altri ex-parlamentari meteora.

Sì, perché, a vedere i grandi moralizzatori, gli integerrimi politici (senza nominare LUI, ovviamente) quelli che poi capita di scoprirli a letto con Trans e strisce di cocaina lunghe come la Salerno-Reggio Calabria, oppure di vederli andare a lucciole sul lungotevere, o urlare fuori dai balconi degli Hotel strafati come zucchine, si è vero, un po’ Cicciolina ci manca.

Diciamocelo, una che ha fatto sognare e ha aiutato milioni di italiani nei momenti più bui e intimi, una che non negava la visione di un capezzolo con annesso occhiolino spermatozoico a nessuno, che ti rischiarava la giornata con film da antologia, non la possiamo mica paragonare ad una come la Minetti e le sue socie. Loro che sono –forse- pornostar solo per alcuni (non ho nominato LUI, ci avete fatto caso?), solo per le godurie private e ristrette della casta. Quelle che sono arrivate a quelle poltrone dopo essere passate –forse- su alcuni letti.

Cicciolina invece tutti i letti che ha passato li ha filmati e ci ha creato un business, senza vergogna e senza falsi moralismi. Si è fatta le ossa pubiche da sola, ed è stata eletta dai cittadini (mica da segreterie di partito come questi qui).

E per quanto le sue battaglie -all’epoca- fossero scontate e banali, ad oggi una che va contro il nucleare e ci fa vedere una tetta, sì, tristemente ci manca molto e felicemente dovremmo dargli la sua meritata pensione. Anzi, non potremmo richiamarla per intercedere sui mercati per quel debituccio?

P.S. Il fatto che il correttore automatico di Word mi riconosca la parola Cicciolina, e Minetti no, vi deve far riflettere…

 Marco Caponera

 

Share Button
Written By
More from Marco Caponera

Jung a Sanremo

Intervista esclusiva
Read More

5 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.