L’olfatto riconosce il sesso delle persone…

Perché la sessualità e il mondo erotico è un'esperienza sensitiva totale... anche per l'animale fisiologico!

Vista, udito, olfatto, tatto e gusto. Cinque sensi che ci definiscono come esseri fisiologici. Cinque sensi che rendono complete le nostre percezioni. Ma la mancanza di uno non ci impedisce di andare avanti! I non vendenti riescono a vivere, così anche i non udenti. Recenti studi ci mostrano una capacità dell’olfatto del tutto speciale.

.

Ricordate la puntata di “Buffy -l’ammazzavampiri” in cui la città era colpita da una maledizione che impediva agli abitanti di parlare? I cosiddetti ”gentiluomini”, esseri umanoidi mostruosi ma vestiti con eleganza che vanno in giro a rubare cuori alla gente, tolgono a tutti gli abitanti la possibilità di parlare: solo il grido della principessa potrà sconfiggerli. È stata una puntata famosa! Lasciando perdere le riflessioni antropologico-sociali che si possono fare, che hanno valso alla puntata la sua fama, vediamo che nonostante la mancanza di questo senso, la nostra eroina riesce ugualmente a cavarsela. Avevate qualche dubbio?

Da quando si è privati di un solo senso a quando si è privati di tutti: siamo ormai nella sala del gran sacerdote, Arles. Il pezzo di m**** è evidentemente affetto da schizofrenia. Sfortuna ha voluto che fosse anche uno dei più potenti cavalieri d’oro.. mannaggia!! Comunque, che accade: prima contro Phoenix e poi contro Pegasus utilizza un colpo che priva dei sensi. Ma nonostante questo, il nostro eroe riuscirà ad avere la meglio. Avevate qualche dubbio?

 

Riabilitazione dell’olfatto: che può fare?

Ci sono grandi novità, per riabilitare uno dei cinque sensi che era stato svalutato. Infatti recenti studi hanno dimostrato che l’olfatto è molto più significativo di quanto pensavamo. Ha poteri quasi investigativi. Il nostro subconscio infatti, grazie appunto all’olfatto, ha il potere di riconoscere il genere sessuale di una qualsiasi persona! (Ok bene.. ma come avviene tutto questo?) Ricordiamo che tra gli animali si comunica attraverso i feromoni.. se l’uomo è un animale razionale, non è strano che in lui avvenga qualcosa di simile. (Mi viene in mente quella cosa naturale/imbarazzante che fanno i cani: quella di odorarsi il didietro.. scommetto che anche voi ci stavate pensando!)

 

Per la riabilitazione dell’olfatto: lo Sherlock Holmes dei sensi.

Per riconoscere il genere sessuale della persona che abbiamo davanti, non basta la vista? Noi siamo convinti di sì: vediamo qualcuno e diciamo se quello è un uomo o una donna. Ma l’olfatto è più rapido dell’occhio!  A livello subconscio infatti ha già individuato la risposta giusta alla domanda “uomo o donna?”. Lo studio dimostra che quando un uomo o una donna capta un odore proveniente da un altro essere umano, odore prodotto chimicamente e naturalmente dal nostro corpo, riesce a percepire il genere a cui appartiene quella persona. La reazione chimica che produce l’odore che caratterizza il corpo dell’altra persona non dipende solo dal suo sesso, ma anche dal suo orientamento sessuale.

 

Dubbi, incertezze e validità.

A questo punto la domanda nasce spontanea: se una persona appartiene ad un certo genere sessuale ma ha un orientamento sessuale particolare? Lo studio è stato portato avanti dall’Accademia cinese delle Scienze (già, i cinesi…. proprio le persone più adatte e meno rigide della Terra). Wen Zhou, dottore dell’Accademia, ci dimostra come le secrezioni corporee possono indicare chiaramente al nostro subconscio il genere di appartenenza di una persona anche se a livello conscio non abbiamo nessuna percezione di nessun odore (niente di niente insomma). La dubbia valenza di questa scoperta, se pensiamo a quanto gli stessi generi ed orientamento sessuale di una persona siano difficilmente decifrabili, ha però un contrappeso: i risultati raggiunti da questo studio supportano quelle argomentazioni secondo le quali anche il corpo umano emette feromoni sessuali ed altre sostanze chimiche, che vanno ad influenzare il comportamento sociale delle persone..

 

Conclusioni.

Diciamo che la questione dovrebbe essere approfondita. Quando nel subconscio avvertiamo qualcosa grazie al potere del nostro olfatto, il nostro comportamento sociale cambia, davvero? E in che modo? Se incontraimo una persona che ci interessa, se il nostro subconscio eccende una inconsapevole luce verde, perdiamo le nostre inibizioni e ci lasciamo andare? Certo sarà qualcosa di appropriato alla situazione in cui ci si trova, e di certo non succede che ci odoriamo tra noi come fanno i cani! Una cosa però è certa: a parte gli studi sociologici, psicologici e antropologici che dovrebbero affiancarsi a questa scoperta, da questi studi capiamo e ribadiamo che il nostro cervello ha sempre qualcosa di nuovo da farci scoprire.

Roberto Morra

 

«Mi fa impazzire l’odore che lascia la donna tra le tue mani, dopo aver fatto sesso, perchè quando torni a casa ripensi a come sei riuscito a farla impazzire, vedere il suo viso mentre gode e percepire il suo respiro eccitato, mi piace sentirne il sapore, il gusto, di quel momento naturale che gli esseri umani svalutano, non c’è niente di più animale nel fare sesso, ti rende quello che siamo in realtà, uguali a tutti gli esseri viventi di questo pianeta».
(Ejay Ivan Lac)

Share Button
Written By
More from Roberto Morra

Il mistero (?) dei cerchi nel ghiaccio

Un fenomeno che più che alieno sembra essere del tutto naturale
Read More

11 Comments

  • l’odore influenza un sacco di cose…ora che possa identificare…d’altronde come riconosce i profumi di diverse cose, fiori, ecc…

  • bè, il comportamento in base a ciò che riconosce l’olfatto cambia di sicuro! un conto è che io riconosca una donna…..un conto è che io riconosca un uomo, e andiamo no!

    • Perfettamente d’accordo che il comportamento sociale cambia a seconda di se incontro un uomo o una donna, in base anche a tutta una serie di retaggi storico-culturali, in base a cosa mi comunica l’altra persona ecc… ci sono tanti fattori che influenzano il mio comportamento sociale. La domanda era in che modo il mio comportamento è influenzato dall’olfatto e dalle sostanze chimiche che percepisco: in che senso avviene questo? L’olfatto gioca un’oscuro potere ipnotizzante che può prendere il sopravvento sul mio lato senziente? O semplicemente sono condizionamenti, perchè oltre l’empatia, la vista, la mia esperienza, ecc, l’olfatto diventa un altro elemento ancora di cui dover tener conto per valutare l’atteggiamento sociale delle persone?

      • Si infatti, la questione rimane che gli odori a seconda se sono percepiti come piacevoli o no (l’esempio più semplice) possono di certo influenzare ad esempio un mio primo giudizio nei confronti di qualcuno…

  • Per me gli odori sono molti importanti: riesco a definire se una persona è molto malata di malattie epatiche etc, fino a definire (non sempre ) se una donna è in fase ovulatoria con la massima sua eccitazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.