“Grattacieli di Basilico” a Settembre

Il disco d’esordio dei Settembre è una dedica alla vita, a Londra, Roma e Teggiano. Un viaggio musicale alla scoperta di quegli spazi – reali o immaginari - che custodiscono la nostra intimità

Si torna sempre dove si è stati felici. Ci piace pensare che Angela e Ivan che si sono incontrati a Roma e artisticamente sono cresciuti a Londra, siano tornati a Teggiano, dove ancora non si conoscevano, ma forse già sapevano di amarsi un po’ e dove è nato “Giardini di Basilico”, album di esordio del duo campano, che ama la musica e si ama nella vita

Settembre, tra i mesi dell’anno, ha il compito di essere quello delle facili aspettative e dei buoni propositi, il mese del “ricomincio”.
Per Angela Cicchetti e Ivan Imperiali, Settembre è più che un mese a cui affidare i buoni propositi. Coppia nella vita e nella musica i due musicisti campani si conoscono a Roma, tra le strade del Pigneto.
A contatto ben presto con la musica, Angela ed Ivan sin da bambini si avvicinano a piccoli passi alla loro passione, nelle loro case si respira musica e questo sarà solo il punto di inizio delle loro vite, che il tempo, nel momento giusto farà incrociare.
Da Roma si spostano a Londra, dove inizia il loro percorso live, suonano brani del cantautorato italiano adattandoli alla chitarra di Ivan ed alla voce di Angela, insieme rievocano le atmosfere degli anni 70 e 80.
Questa esperienza live prende forma in un disco “Settembre”, pubblicato dall’etichetta belga DimDin Records, da cui il duo campano crea la sua nuova identità, non più Angela e Ivan, ma Settembre.

Nel 2018, per i Settembre, si aprono le porte del Conservatorio Jazz di Salerno, e dalle luci dei tabelloni pubblicitari della metropoli, dal caos della metro e del rumore sempre costante di una città che probabilmente confonde la notte con il giorno, si spostano nelle campagne di Teggiano in provincia di Salerno, dove nella casa appartenuta alla nonna di Angela i due costruiscono uno studio di registrazione il Red Temple Studio, prendendo il nome dalla zona in cui si trova la cascina, la Terra Rossa.
Arriva il 2019, e dallo studio di Teggiano prendono vita i primi tre singoli de i Settembre: “Teggiano“, “Luna e Luca” e “Lenzuola Blu“.
Nello stesso anno vincono il Music Indie Contest organizzato da NEM Nuove Energie Musicali, arrivano in finale al Premio Donida e partecipano ad Area Sanremo, dove vengono notati da Red Ronnie, che affascinato dal duo li invita ad esibirsi in diretta Tv nella sua storica trasmissione il Barone Rosso.

Il nuovo singolo, “Giugno”, pubblicato proprio a giugno 2020 ha anticipato l’uscita dell’album d’esordio “Grattacieli di Basilico” che è stato pubblicato venerdì 25 settembre, e non poteva essere altrimenti.

Ad aprire le porte di questo grattacielo è “Teggiano“, brano che sembra descrivere la vita nella cascina in campagna, «Un bambino in bicicletta canta una canzone senza ritornello e una strofa di due ore l’ha chiamata fantasia», e già ci sembra di immaginare un pomeriggio d’estate, tra i vicoli di Teggiano l’eco di voci di bambini che giocano.

“Due come noi”, «In una polaroid, fragili eroi, un po’ amore un po’ guai». In questo brano i suoni diventano delicati dolci, svaniscono le melodie brasiliane, e il suono pulito della chitarra accompagna la dolcezza della dedica all’amore, che potrebbe essere l’amore di Angela e Ivan, ma in realtà è l’amore di tutti, di tutti quelli a cui basta amarsi in silenzio mentre dorme la città.

Grattacieli di Basilico” presenta tutte le caratteristiche del duo campano, la canzone d’autore, la musica brasiliana, il jazz e l’indie. È la storia di «Milioni di persone senza treno ne stazione tutti in cerca di qualcosa da chiamare amore». Si raccontano in un viaggio autobiografico con la voglia di andare altrove con «In mano valigie vuote da riempire», per trovarsi così davanti grattacieli che sanno di basilico, non potendo far altro che immaginare una domenica mattina di sole, con le finestre aperte e l’odore del basilico nel ragù.

Per realizzare il mastering, la sezione ufficio stampa e nonché la stampa delle copie fisiche dell’album “Grattacieli di Basilico” è stata lanciata una campagna di raccolta fondi su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation, con l’obiettivo di coinvolgere tutti i fan dei Settembre nel loro progetto.

Le melodie di Settembre sono ricche e complesse ricordano il jazz, con una nota pop senza tralasciare mai la semplicità del loro linguaggio diretto e poetico.

La bellezza di questo album è che riesce a portare nella tua stanza le atmosfere vissute da Angela e Ivan, i suoni lontani e riverberati in realtà portano queste sensazioni più vicine che mai.

Anna Mimmo

> SITO ufficiale
> FACEBOOK
> INSTAGRAM

Share Button
Written By
More from Anna Mimmo

“Grattacieli di Basilico” a Settembre

Il disco d’esordio dei Settembre è una dedica alla vita, a Londra,...
Read More

3 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.