Potere assassino

«..è ormai tempo, o giudici, di andar via, io per morire e voi per continuare a vivere: chi di noi vada verso una sorte migliore, è oscuro a tutti tranne che al dio». “Apologia di Socrate”, Platone

L’importanza del finale

Dopo l’ultimo periodo o frase si percepisce una sensazione di smarrimento, di sospensione, una sorta di dialogo muto tra l’opera appena terminata e il silenzio tutt’intorno

La magia dell’incipit

Perché dov’è il tuo tesoro, lì sarà anche il tuo cuore… Il dono di farsi amare egli lo possedeva dentro di sé, per così dire nella propria natura, senza dover ricorrere ad artifici

Parmenide e l’Essere

Quando ci sembrerà di aver aperto l’ultima ci accorgeremo che davanti c’è un’altra porta da schiudere, un’altra finestra da cui osservare

Miti e Leggende

Per ogni emozione un volto, una rappresentazione fisica, perché l’uomo ha bisogno di guardare negli occhi le proprie ambasce

Gli scrittori e la Spagna

«L’uomo è nato libero e ovunque è in catene. Chi si crede padrone degli altri è nondimeno più schiavo di loro» (J.J Rousseau – “Il contratto sociale”)