Volontà di Potenza ed Emozioni (Part. 1)

Tecniche e Metodi per la realizzazione della propria Vita

.«Come il mondo è da un lato, in tutto e per tutto, rappresentazione, così dall’altro, in tutto e per tutto, volontà».
(Arthur Schopenhauer)

 

È dimostrabile scientificamente che nella nostra vita la materializzazione/manifestazione di un desiderio è possibile se parte da dentro noi stessi. Per “evento impossibile” si intende non di rado quel complesso di azioni ed accadimenti incontrollabili dalla volontà di una persona e che determinano sempre la direzione che la vita di un individuo prenderà dopo tale evento.

Per “materializzazionedel desiderio e la “trasformazione” del desiderio in materia, si intende avere la possibilità di influire sulla direzione della nostra vita prima che si verifichi un evento, per dare all’evento stesso una conseguenza diversa.

 

IL GRANDE INGANNO DELLA MENTE: “GLI SCHEMI IPNOTICI”

Il fisico quantistico David Bohm e il neuro-scienziato Karl Pribram hanno elaborato una illuminante teoria conosciuta come “Paradigma Olografico”.
Secondo questa teoria, la realtà, come la vediamo con i nostri occhi, non è altro che una proiezione della nostra mente. Il mondo tutt’attorno a noi è solo pura energia come disse anche Einstein e ogni cosa, dalle montagne ai grattacieli, alla casa in cui vivi è semplicemente una proiezione conseguente per rendere possibile trasportare il nostro corpo -anche esso fatto di energia– nello spazio che lo circonda. Per spiegare tutto questo possiamo citare le parole più liriche, e magari meno complesse di quelle del mondo scientifico, di Schopenhauer: «Ciascun individuo, ciascun volto umano e ciascuna vita non è che un breve sogno dell’infinito spirituale naturale, della permanente volontà di vivere; non è che una nuova immagine fuggitiva, che la volontà traccia per gioco sul foglio infinito dello spazio e del tempo, lasciandola durare un attimo appena percettibile di fronte all’immensità di quelli, e poi cancellandola, per dar luogo ad altre».

La “materializzazione del desiderio” quindi può avvenire quando un fortissimo volere ci fa varcare questa dimensione abituale falsamente reale nella quale tutti viviamo… infatti tutti noi viviamo la rappresentazione (in significato e concetti) cognitiva e sociale della realtà che ci circonda, e proprio questa “rappresentazione cognitiva” sarà una sorta di “profezia che si autoavvera” che poi si manifesterà attraverso le nostre onde cerebrali di fronte ai propri sensi; quindi questa trasformazione del desiderio tutti possono in realtà realizzarla, ma molti non riescono, perché vivono in una gabbia unanimemente accettata, della quale esistenza quasi nessuno si rende conto.

Tutti viviamo quindi in un sistema condizionato da false misure sensoriali e concepiamo solo queste misure come reali. Un infrasuono non lo sentiamo, eppure è provato che esiste, e la sua vibrazione può abbattere un muro anche se non lo udiamo mentre lo abbatte. D’altronde «Nei nostri pensieri ha molta più parte la volontà che l’intelligenza», come diceva Hugo Von Hofmannsthal.

 

Con la nostra mente e coscienza, viviamo una realtà costruita grazie ai rilevamenti sensoriali che formano anche le esperienze! E le esperienze sono determinate e qualificate innanzitutto dalle “emozioni“… ossia impulsi energetici possibili grazie alla connessione che l’organismo ha con il campo magnetico che ci sovrasta, laddove, fino a quel momento, si tratta di energia/sensazione “pura“; in seguito, l’interpretazione che la chiave di lettura sociale ci darà di quell’emozioni, determinerà il ricordo di un’esperienza positiva o negativa (per approfondire il tema delle “emozioni” sulla manifestazione della nostra realtà potete leggere qui il nostro Speciale).

Pertanto, tutto il sistema delnon possibile” non potrà mai cambiare se i vostri sensi non lo approvavano. Dunque, secondo la nostra mente e coscienza, un muro non è oltrepassabile! Così come non puoi correre tra gli ostacoli se non li vedi, e tutto il sistema di “non possibile” non potrà mai cambiare se i vostri sensi non lo approvavano, o se non altro non vengono interpretati positivamente dalla ‘chiave di lettura’ sociale. La nostra mente vive e ci permette di vivere di conseguenza a tutti questi “no”! “Non è possibile”, “Non può accadere!”… ed in base ad essi si forma ciò in cui noi crediamo e ciò che pensiamo sia possibile fare o non fare.
Anche la volontà, inconsciamente, si ferma davanti ai “no” dei sensi; in un meccanismo automatico, di blocco della realizzazione del desiderio se questo va contro la logica comune. Esiste un detto: “La fortuna aiuta gli audaci”, credo che ora abbiate capito il perché!
In sostanza, si deve riuscire a scollegarsi dal sistema-coscienza che dipinge questa falsa realtà; si tratta di imparare a non seguire la strada che porta alla costruzione del “Non si può fare” e di conseguenza non potrà mai accadere nulla di diverso, nessuna fine diversa, da quanto stabilito dal sistema S.C.A: Sensi-Coscienza-Apprendimento.

Passare al sistema di “creazione della realtà” inconscio, in modo cosciente! Questo è il passaggio fondamentale rivoluzionario per l’apprendimento della “Volontà di Potenza“… che dovrà andare di pari passo con una nuova interpretazione delle nostre emozioni -cosa che di conseguenza modificherà i nostri “pensieri” -come affermava Baruch Spinoza: «La volontà e la mente sono la stessa e unica cosa». La pecca della solita fuffa new age sulla “legge dell’attrazione” o similari però, sta nel credere che siano i soli “pensieri” a creare/modificare la realtà che desideriamo. In verità i pensieri viaggiano paralleli all’emozione… quindi: l’emozione “pura” è l’esperienza e la sensazione che dobbiamo reinterpretare, e i pensieri sono le onde energetiche che usiamo per ottenere queste nuove interpretazioni; per questo poi tutti i nostri pensieri dovranno essere anche calibrati secondo, appunto, la nuova interpretazione emozionale che ci siamo dati… per riuscire infine a sganciarci dal senso comune in favore del nostro più autentico desiderio da realizzare. Il trittico quindi che dovrà essere armonizzato verso il nostro “obiettivo” è in sostanza: emozione/sentimento > volontà > pensiero.

 

_____________

Gli studi ed esperienze avvalorate da tanti confronti con luminari della filosofia della psicoanalisi, dell’antropologia ed altre eccellenze internazionali con le quali ancora collaboriamo io e i miei colleghi da oltre venti anni, hanno tradotto questi meccanismi in un insieme di strategie applicabili.

Queste scoperte sono state tradotte in un metodo: si è compreso che quello che viene chiamato “evento miracoloso” non è altro che una generazione interiore… che accade quando c’è una fusione fortissima ed un allineamento indissolubile tra le nostre parti più profonde, le parti della coscienza più determinate: l’Inconscio, il nostro Se ed il nostro Io! Il tutto tenuto insieme da una volontà cosciente ben definita che noi chiameremo “Volontà di Potenza“… in quanto si tratta della manifestazioneemotivaprimaria che ereditiamo dalla forma essenziale dell’energia vitale che permea (e crea) l’intero universo. Infatti l’essenza della Vita, dell’energia vitale cosmica, è quella di creare secondo l’armonia delle leggi di natura… creare la vita stessa, e queste forme di vita attraverso la Volontà iniziatrice continuano lo scopo ultimo: quello cioè di propagare la gioia della vita, appunto (vedi la spinta sessuale per fare un solo esempio). Come affermava Schopenhauer: «La volontà è la sostanza intima, il nocciolo di ogni cosa particolare e del tutto; è quella che appare nella forza naturale cieca, e quella che si manifesta nella condotta ragionata dell’uomo».
Quando questo allineamento lo si riesce ad ottenere in un individuo, costui genera un potere di trasformazione del desiderio in materia: ossia modifica la fine ‘logica’ di un evento… riuscendo a rappresentare nel presente, nella propria vita, quel desiderio impossibile da realizzare.
Questa cambiamento interiore sull’interpretazione della realtà e su una nuova emozionalità per approcciare al nostro futuro a ciò che desideriamo, in un certo senso, può appunto cambiare il nostro destino, trasformare il futuro oltrepassando anche il limite delle dimensioni: in effetti una realtà diversa è anche un passaggio dimensionale.

Il “Desiderio” si materializza quando noi abbiamo convogliato tutto questo “carico energetico” e aspettativa dentro noi rispettando 7 condizioni generanti.
Studiando gli ingredienti fisici e mentali fondamentali e predisponenti affinché il “miracolo” accadesse si è giunti di fatto ad uno schema: le 7 richieste della materializzazione del pensiero… di cui vi parlerò nel prossimo appuntamento.

 

Giorgio Del Sole

.

.

«Chi dice che è impossibile non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo».
(Albert Einstein)

«La vita è una resistenza continua all’inerzia che tenta di sabotare il nostro volere più profondo. Chi si stanca di volere, vuole il nulla».
(Friedrich Nietzsche)

.

.

> Volontà di Potenza ed Emozioni (Part. 2)

> Volontà di Potenza ed Emozioni (Part. 3)

.

.

E se la realtà, “così come la puoi vedere adesso”, fosse solo un’Illusione?

.

> Per approfondimenti dal nostro Guest Blogger: “Giorgio Del Sole – Per modellare nell’eccellenza il tuo mondo interiore

.

Share Button
Written By
More from ukizero

The Shoplifters: Anteprima del videoclip “Life is So Cynical”

Anteprima esclusiva del singolo apripista del nuovo disco "Junkie Business": parabola rock...
Read More

11 Comments

  • interessantissimo! soprattutto la nuova funzione data alle emozione e il concetto stesso di volonta’ …. molto motivante.
    non vedo l’ora di leggere le tecniche …..

  • Ciao Ukizero! Il tuo post è molto bello, peccato sia condivisibile e comprensibile solo dalle persone che sono molto avanti in un percorso spirituale!
    Molti di noi non arrivano neanche a sfiorare questa comprensione, sono coloro convinti di avere ” la fede” e in realtà non sono altro che l’energia di opposizione che impedisce all’uomo di evolversi!
    L’eletto Neo che parla con l’oracolo, una scena di Matrix che mi ha fatto porre mille domande. L’oracolo non è altro che il cuore del sistema, la legge che regola Matrix, Neo rappresenta l’evoluzione del sistema. Ogni cosa deve combinarsi in modo che il beneficio sia per entrambe. In questo caso possiamo vedere nella figura dell’oracolo la nostra bellissima terra, il nostro amato pianeta, Neo, l’eletto, ognuno di noi che si evolve spiritualmente, divenendo cosi capaci di percepire una nuova dimensione della vita. Riuscire a connettere tutte le menti della terra e a combinare in essi lo stesso desideri di evoluzione vorrebbe dire evolvere tutto l’universo. Io so che questa è la verità! Ma la bolla in cui è chiuso ogni individuo è difficile da eliminare! Un giorno forse succederà, a noi resterà solo la soddisfazione di averlo concepito! Grazie del bellissimo spunto di riflessione.

  • Proprio ieri sera mi hanno inviato il filmato “Il Matrix del risveglio – Davvero credi che questa sia la realtà?”…. e oggi trovo questo bellissimo post….grazie! Non vedo l’ora di leggere il seguito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.