Trattato sulla vaselina

Istruzioni per l'uso
Ho la pessima sensazione che qualcuno mi stia seguendo… Salve a tutti!
Trascorso buone vacanze? Qui Poppea ha appena finito di deliziarci con le sue strizzate di tette, ed è appena sbarcata Medea, dai lidi del nord. Dove eravamo rimasti, come ci eravamo lasciati? Ah sì, stavamo dicendo degli italiani imbarcati su barchette di cartone verso gli ameni lidi del nord Africa. Pare che ci sia ancora qualche illuso africano o arabo che affronti la traversata sognando la ricchezza dell’Italia. Mmmh… dite che sia una trovata propagandistica di qualche partito per allargare il bacino di voti? Qualche volta l’ho pensato anche io, con malignità, lo ammetto. Ora sono più incline a credere che noi italiani abbiamo perso di fascino nei confronti dei nostri governanti: non tiriamo, non piaciamo più. Vuoi mettere la pelle ambrata degli extracomunitari? Quella delicata sfumatura di giallo dei cinesi? È trendy, fa multietnico, multiculturale, multi odori e multi cucina. Internazionale, insomma. No? E allora di che stavamo parlando prima delle vacanze? Ah, sì! Forse stavo parlando di Mari e Monti, che non è un piatto a base di porcini e gamberetti, trattasi invece di Porcellone e Maialetti, la cricca e il suo capo, insomma.
Mari e Monti, dunque, in un’afosa giornata di fine agosto ha gridato: “Vedo una luce in fondo al tunnel!”. Poi ha fatto girare lo spinello. Qualcuno, per la verità, ha provato a suggerirgli di cambiare spacciatore, ma lui ha giurato che il suo era fidato. No? Non era di questo che stavamo parlando? Ah, santo Alzheimer! Forse, allora, stavamo parlando della Siria! Pare che siano stati fotografati dei mercenari stranieri nell’atto di sparare su civili inermi. Dopo di che l’ONU ha strillato: “Assad sta ammazzando il suo popolo!”. E giù un coro di riprovazione, sdegno, raccapriccio, minacce di ritorsioni: “L’America non starà a guardare, questi massacri devono finire!”. Come dite? Non era questo l’ultimo argomento affrontato? Scusate, non ci sto molto con la testa… e sempre questa sgradevole impressione di essere seguita.
Ecco: stavamo disquisendo sulle fanfaronate che blatera la stampa e la televisione. Ci hanno raccontato per settimane che c’erano persone che si ammazzavano, chi dandosi fuoco, chi preferendo l’impiccagione, per colpa delle tasse, della miseria, della disperazione in cui li aveva gettati il tecnicismo del governo. Balle, naturalmente, tanto è vero che non ne parla più nessuno. Ordini dall’alto. Correva voce che dall’inizio dell’anno si fossero suicidati in 135, l’ultimo proprio pochi giorni fa, il 6 settembre in Sardegna. Pare che fossero disperati per la perdita di lavoro o dell’azienda. Che avessero perso la speranza, che non sapessero come pagare i propri dipendenti, o che non riuscissero a garantire un tozzo di pane per i propri figli. Si dice anche che, sempre dall’inizio dell’anno, più di 11.000 aziende piccole, piccolissime e medie, abbiano dovuto chiudere. Le grandi hanno sempre qualche santino nel paradiso, male che vada c’è la cassa integrazione… e io pago!  Ma insomma sono tutte dicerie.
E comunque chiacchierando al mercato tutte le vecchiette sono unanimi contro quello della Tv privata… “coso lì, come si chiama, quello che invita le puttane alle feste in casa sua”… Berlusconi! Ecco, ce l’hanno tutte con Berlusconi che, dicono, è il  Presidente del Consiglio… a onor del vero non solo le vecchiette.
(Se scopro quello che mi sta seguendo lo denuncio).
Ma non era nemmeno di questo che stavamo parlando? No? Bene, allora, visto che mi difetta la memoria vedo di aprire un argomento nuovo, per quanto vecchio ormai di mesi, anni.
Vedo un’Europa affannosa, affannata, morente, forse in realtà abortita. Un’Europa nata sulla testa e non per volontà dei popoli, una moneta unica decisa a tavolino senza alcuna espressione chiara dei cittadini. Qualcuno di noi ha per caso potuto esprimere un’opinione in merito? Vedo un bocconiano amico e parente di grandi gruppi bancari che lavora alacremente alla distruzione di ciò che resta della nostra “italietta”, che afferma di aver favorito la recessione per poter attuare riforme salvifiche. Un perfetto idiota, se non fosse anche un criminale, che ci viene a raccontare la barzelletta del debito da risanare a suon di tasse verso e contro i soliti noti, senza minimamente sfiorare quelli che si ciucciano stipendi milionari e che gli siedono accanto e intorno, in un  emiciclo che pare ormai più una cloaca che un Parlamento.
Vedo una dittatura senza vergogna e senza veli, quella nostrana rappresentata da un governo mai votato e imposto con un colpo di mano da un Presidente che ci costa più della casa Reale d’Inghilterra, e quella dell’Europa che ultimamente ci impone coltivazioni OGM, che ha varato, con la firma della suddetta cloaca, un Patto di Stabilità che ci costerà miliardi di sudore e sangue ogni anno. Vedo che tra poco avremo in casa l’ “Eurogendfor“, un corpo di polizia sovranazionale che gode di immunità totale e illimitata, che potrà arrestare e reprimere ogni e qualsiasi seppur minima manifestazione.
Vedo che sono spariti improvvisamente i blak block, il popolo viola, i girotondini e gli indignati e che, tutti zitti e inquadrati, digeriscono qualsiasi minchiata partorisca il servo della BCE,  compare di merende di gruppi bancari e membro attivo di una setta segreta chiamata Trilaterale, e  che risponde al nome di Mario Monti. Tutti supini, anzi a novanta gradi ad aspettare il prossimo cetriolo.
Vedo una stampa che ormai non è più buona nemmeno come carta igienica, e tutti i mezzi d’informazione allineati e compatti, spalmati sugli ordini dall’alto.
Vedo  la benzina che costa più di 2 euro per litro, ma tutti ancora con le chiappe ben salde sui sedili delle automobili, lamentando, per la verità, qualche bruciore, ma adducendolo a qualche cibo piccante di troppo.
Vedo come si sia intensificato il meccanismo delle armi di distrazione di massa, con la storiella, per esempio, delle perturbazioni atmosferiche e delle “ondate di caldo” battezzate, fatte nascere e morire, con nomi mitologici e ridicoli.
Vedo come le fondazioni bancarie e la Chiesa siano state “distrattamente” esentate dal pagamento dell’ennesimo balzello chiamato IMU, una banana a forma di miliardi che viaggia verso i soliti culi.
Vedo che se non si torna a battere moneta la vedo appunto dura, durissima.
Vedo… vedo una luce… e giuro che “Montarozzo” non mi ha passato la canna.
È quello che mi seguiva! Cazz.. volo, e il semaforo è rosso! Mi si affianca! È una macchina dei Carabinieri! Mi guardano, lo percepisco! Che faccio? Mi volto e sorrido. “Signora, ha lo sportello aperto, lo sa?”. “Ah, che sbadata! Grazie!”. Verde. Riparto e mi fermo dopo dieci metri. Fffiuu…. ho sudato freddo, e senza perturbazioni ne ondate di caldo! Per un attimo ho creduto che la banca avesse sguinzagliato i gendarmi per cercarmi. È da un po’ che non mi vedono… magari si stavano preoccupando per la mia salute.
Ah, vedo una farmacia! Mi sono ricordata che devo comprare la vaselina, è il modo giusto per affrontare il prossimo autunno… la consiglio vivamente anche a voi: finora avete provato il ghiaietto, e avete constatato che fa un po’ troppo attrito. E spendeteli ‘sti spiccioli! Ma fate in fretta: pare che sia prevista una super tassa sulle prossime scorte, sarà considerata bene di lusso! Eh sì: non far sapere al popolo quanto va liscia la banana con la vaselina!

Stefania Giacarelli

Share Button
Written By
More from ukizero

Qui (non) succede un quarantotto

Il partito dei ricchi sta eliminando la sovranità popolare, il partito dei...
Read More

8 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.