Stornavanti: intervista su note vocali

Il trio romano indie pop suonerà giovedì alla quarta serata di It'sUp2U

Stornavanti, anche detto calabrone o vespa crabro, è la più grande delle vespe europee. La band è un trio dal taglio cantautorale e pop, capace di colpire al cuore dei sentimenti

Ragazzi benvenuti questa è Uki, vi volevo chiedere per prima cosa: Cosa vi ha spinto a fare musica?

Credo che ognuno di noi tre abbia dentro il “Daimon”, quello slancio artistico e creativo che sfoga nella musica.. I nostri Daimon si sono quindi riconosciuti, creano insieme, a volte litigano, ma c’è un filo che ci unisce e che rende possibile tutto questo.

Raccontateci la vostra storia? Provate a descrivervi in qualche modo…

Gli Stornavanti nascono ufficialmente nel 2018 tra contaminazioni umide e rurali della campagna laziale, e l’asfalto rovente del Pigneto. Band cantautorale dal sapore aggressivamente romantico, con contaminazioni Pop-Rock-Rap. Fin da subito ci siamo fatti notare nella scena Indie romana, suonando in eventi e locali come Spaghetti Unplugged, Martelive, L’asino che vola, Na Cosetta, Indie panchine… grazie al loro primo singolo “Nota vocale”, pubblicato senza etichetta e in modo indipendente.

Chi vi ha notato per primo? Quali sono stati i vostri primi “banchi di prova”?

Siamo stati battezzati dalle serate al Marmo di Spaghetti Unplugged, la risposta del pubblico è stata positiva e si creata una reazione a catena di serate e live.

Quali sono i “generi” musicali che più vi hanno ispirato?

Abbiamo tutti influenze musicali diverse dal Rap al Grunge, dal metal fino al Pop e al Rock.

Uno vi tampona nel traffico. Come reagite?

Se ci tamponassero nel traffico reagiremmo sicuramente in tre modi diversi: calmo, isterico, spirituale ma puntiglioso… di certo usciremmo in ogni caso con una soluzione al problema.

– Ok, ora, fatta pace, gentilmente gli offrite i biglietti per un vostro concerto in un importante luogo… Sognando in grande, dove si terrebbe?

Be’, visto che tutto è bene quel che finisce bene, il tutto si concluderebbe consegnando al protagonista dello spiacevole incidente un invito al nostro concerto presso il Palalottonatica.

Rimane il fatto che giovedì sarete al Largo Venue di Roma per l’evento di It’sUp2U, vero? Avete mai suonato a Largo? Il palco è spettacolare preparatevi… ed in bocca al lupo. Come vi sentite per questo evento?

Non abbiamo mai suonato al Largo nell’area interna, siamo felici e vogliamo divorare il palco!

Gabriele Edoardo Mastroianni

> Pagina FACEBOOK

Share Button
More from Gabriele Edoardo Mastroianni

San De Villa: intervista ad una band dalle tante sfumature

Dopo due anni di scrittura e produzione del primo LP, la band...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.