Spartito Gastronomico: “Il miglio verde”

Un ricettario di buon gusto con una sinfonia di accordi culinari, per uno stile CoUKIsound di piatti inediti!

La Rubrica vuole essere un mix di musica e cucina. Questa nasce dal voler accordare la musica alla buona cucina, suggerendo ai lettori dei succulenti brani, facili da ri-comporre e in grado di accontentare/conquistare/accostare l’orecchio e lo stomaco più raffinato. Canteremo di ricette e armonie di ingredienti, capaci di toccare le note di ogni palato. Cercando di raggiungere ogni volta una tonalità più alta

.

Sembra che abbiamo percorso un miglio da quando pubblicammo il primo spartito.
Questa volta la musica e il piatto si colorano di verde… ladies and gentleman, ukini nuovi o veterani, un rullo di tamburi per: “Il miglio verde“.
Per tutti quelli che «preferirei del verde tutt’intorno…», ecco svelato l’inedito pezzo ricco di Magnesio e Omega3 che rinfrescherà le torride giornate estive.

Si tratta di un esperimento tra «due gusti di un sorriso…» che faremo durare fino a «quest’estate tra la gente» tra la sabbia bollente, dove grazie al passaparola l’eco di questa gustosissima ricetta ukiana sarà presente.

Pronti a prendere nota?

Vegtrack list:

75 g di miglio bio
1 zucchina romanesca
8 foglie di basilico
2 foglioline di menta
4 pistacchi non salati
1 cucchiaio d’olio extravergine
1 cucchiaio d’acqua calda
Pizzico di peperoncino
Sale qb

Soundtrack:

150 g di salmone al naturale sgocciolato
2 pomodori pachino
1 pistacchio
2 foglioline di menta
1 foglia di basilico

Per prima cosa iniziamo a dedicarci alla preparazione del nostro frontman, il miglio, per poterlo poi presentare alla sua veggie band.
Iniziamo a sciacquarlo sotto l’acqua corrente. Una volta fatto bisognerà sottoporlo alla tostatura in padella per 2/3 minuti. A questo punto siamo pronti per gettarlo in pentola, dove andremo ad aggiungere un piccolo quantitativo di acqua, leggermente salata e calda, tale da ricoprirlo appena.
Con un coperchio lasciamo registrare il miglio per circa 20 minuti. Sarà pronto ad esibirsi non appena l’acqua si sarà completamente ritirata.
It’s band time!

Occupiamoci della veggie band. Il finto pesto tutto al verde: zucchine, pistacchi, basilico, menta e un profumo che la fame alimenta!

Se siete a dieta «costretti a digiunare per necessità», questa è la ricetta che vi salverà dalla fame, perché super saziante e super nutriente.

Da oggi quindi non sarà più «solo un’ipotesi» quella di mangiare in modo sano ma gustoso, vi abbiamo mostrato con i fatti che «esiste una vita su un altro pianeta».

Tiriamo fuori gli strumenti: un frullatore o un minipimer e iniziamo a suonarle di santa ragione!
Inseriamo all’interno del robot una zucchina romanesca, i pistacchi, il basilico, la menta, un goccio d’acqua calda, l’olio e un pizzico di sale e iniziamo il concerto.
A questo punto uniamo il miglio al suo complesso e presentiamolo a dovere con un accompagnamento di salmone al naturale, pomodorini, con menta e pistacchio al centro.
Siamo certi di avervi conquistato anche stavolta e che quindi come un treno uscirete a far la spesa. E non importa se avrete le tasche morte come “I traditori”, vi serviranno pochi spiccioli per creare un piatto da veri intenditori.

E vi piacerà a tal punto che non vedrete l’ora di suonare questo pezzo infinite volte!

Dalla regia di casa mi «dicono che tutto vola via…».
…e che questo nuovo spartito è una vera magia.

Curiosità: Il miglio

Il panicum miliaceum più comunemente chiamato miglio, è una pianta erbacea, della famiglia delle graminacee.
La sua provenienza è Orientale, molto probabilmente si diffuse dall’India all’Europa già nella preistoria e sicuramente conosciuto anche da greci e romani.
Per via del ricco contenuto di proteine, il miglio veniva consumato molto durante il periodo medievale, così da compensare alla mancanza di carne.
Poi però nel tempo se ne abbandonò l’utilizzo alimentare a favore di altri cereali più produttivi.
Oggi in commercio ritroviamo il miglio sotto forma di semi decorticati, in fiocchi e in farina.
Con i primi si preparano minestre e sformati, mentre la farina viene utilizzata per la preparazione di dolci, mescolata ad altre.
Numerose le dicerie su questo cereale, tra cui l’etichetta del “cibo per uccellini“. In realtà si tratta di un vero toccasana per stomaco, pancreas, milza e svolge una potente azione diuretica. È giunta l’ora di inserirlo nel nostro piano alimentare e di sfruttarne tutte le proprietà!
Si tratta di un cereale privo di glutine e quindi perfetto per le persone celiache, oltre che per i bambini e gli anziani grazie alla sua alta digeribilità.
Il miglio rappresenta un’importante fonte di vitamine, come la A, la B1 e la PP, oltre che fosforo, magnesio e ferro. La presenza di acido silicico consente di mantenere sani e forti capelli, unghie e smalto dei denti.

Con questo piatto vi salutiamo dicendovi: «chanté, alla salute brindo insieme a te».

.

Veronica Mochi

Share Button
Written By
More from ukizero Read More

9 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.