Spartito Gastronomico: Farro al pesto

Un ricettario di buon gusto con una sinfonia di accordi culinari, per uno stile CoUKIsound di piatti inediti!

La Rubrica vuole essere un mix di musica e cucina. Questa nasce dal voler accordare la musica alla buona cucina, suggerendo ai lettori dei succulenti brani, facili da ri-comporre e in grado di accontentare/conquistare/accostare l’orecchio e lo stomaco più raffinato. Canteremo di ricette e armonie di ingredienti, capaci di toccare le note di ogni palato. Cercando di raggiungere ogni volta una tonalità più alta

.

«Spring time on my mind» cantano gli Ex Otago anche se la primavera sembra tardare a dare ancora il meglio di sé..

Per questo nelle nostre menti riecheggia un ritornello calcuttiano: «Esco o non esco?».
A voi la scelta ma a prescindere dall’esito positivo o negativo, vi proponiamo uno spartito col “pesto“.
Chissà quale ricetta ci sussurrerà quel «filo di fe(a)rro dentro l’orecchio…».

Di sicuro uno spartito colorato, armonico nel gusto e sicuramente appagante per lo stomaco, che è ormai abituato a ricevere da Uki solo dolci melodie.

Pronti a segnare e comporre il vostro brano psycho killer?
E allora vai con il “fa fa fa fa fa fa fa fa fa- rro better!”.

Tracklist:

2 zucchine romanesche
6 foglie di basilico
8 mandorle
8 pistacchi
2 cucchiai di parmigiano
2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
sale qb
Mezzo bicchiere d’acqua
20 g circa di gamberetti in salamoia
Succo di limone
Zenzero fresco
Peperoncino
5 fragole
1 cucchiaino di rhum

Per l’impiattamento: 2 fragole piccole, 1 foglia di basilico e 1 pistacchio.

L’arrangiamento con le fragole e i gamberetti ci rinvierà subito alla traccia del Paletti perché rimanendo in tema psicopatia, torneremo a parlare ancora al nostro piatto dicendogli: “tu mi fai uscire pazzo”.

Soundtrack:

Per prima cosa occupiamoci del protagonista: il farro perlato.

Sciacquiamolo sotto l’acqua fredda e non appena la pentola inizierà a risuonare l’ebollizione lo butteremo in cottura per una mezz’oretta.
Nel frattempo andiamo a sistemare le special guests per il featuring.
Mettiamo a pulire i gamberetti dalla salamoia, immergendoli con succo di limone, bicarbonato e un po’ d’acqua. Scoliamoli dopo 3-4 minuti e adagiamoli in una pentola con mezzo bicchiere d’acqua, una grattugiata di zenzero, un pizzico di peperoncino, qualche goccia di limone. Lasciamo cuocere qualche minuto e poi accordiamo con un cucchiaino di Rhum, aggiungendo anche le fragole tagliate a pezzetti.
Non appena si saranno sciolte un po’ e avranno cambiato colore in cottura togliamo il liquido superfluo, lasciando da parte il resto.
Prepariamo ora sua maestà il pesto. In un mixer frulliamo le zucchine con il basilico, l’olio e un filo d’acqua.
Regaliamo a questa meraviglia di condimento delle note dolci con le mandorle e qualche pistacchio.
Ultimata la cottura del farro andiamo ad effettuare una liaison musicale con il nostro pesto sano e dal gusto delicato. Impiattiamo la rockstar verde posizionando il farro all’interno di uno stampino da biscotti a forma di cuore (o quel che volete) e facciamo la stessa cosa con la rockstar rossa, inserendo fragole e gamberetti in uno stampino più piccolo. Organizziamo il packaging con qualche fragola ornamentale, una foglia di basilico e 1 pistacchio.

Oh, finalmente possiamo dirlo…”Niente più cuoricinici” ma cuori in piatti unici”… e buono da mangiare tiepido, quasi freddo!

Curiosità sul Farro

Il farro è un cereale ricco di storia e di proprietà. Ebbene, si tratta del primo tipo di frumento raccolto dall’uomo, esattamente più di undicimila anni fa in Medio Oriente.
Il farro possiede fantastiche proprietà: è ricco di vitamine del gruppo B, fosforo, potassio, sali minerali, calcio e magnesio. In più esso contiene un alto contenuto di fibre vegetali che sono in grado di ridurre l’assorbimento del colesterolo e prevenire il cancro al colon, oltre che a garantire un buon transito intestinale.
Sentite qua, il farro possiede un altissimo contenuto proteico! Non a caso era a base dell’alimentazione dei forzuti legionari romani.
Ah, è fondamentale ricordare che il farro avendo un basso contenuto calorico, può essere consumato da chi segue una dieta.
Un cereale buono, ricco e saziante. Basta trovargli la giusta combinazione e noi come sempre lo abbiamo arrangiato a dovere.
Se lo preparerete per una cena tra amici, di sicuro la volta dopo avrete il sold out!

.

Veronica Mochi

Share Button
Written By
More from ukizero

Cartamusica del corpo

Poesie di Antonella Taravella... per non abbandonare l'espressione più carnale
Read More

11 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.