Spartito Gastronomico: Farro al pesto

Un ricettario di buon gusto con una sinfonia di accordi culinari, per uno stile CoUKIsound di piatti inediti!

La Rubrica vuole essere un mix di musica e cucina. Questa nasce dal voler accordare la musica alla buona cucina, suggerendo ai lettori dei succulenti brani, facili da ri-comporre e in grado di accontentare/conquistare/accostare l’orecchio e lo stomaco più raffinato. Canteremo di ricette e armonie di ingredienti, capaci di toccare le note di ogni palato. Cercando di raggiungere ogni volta una tonalità più alta

.

«Spring time on my mind» cantano gli Ex Otago anche se la primavera sembra tardare a dare ancora il meglio di sé..

Per questo nelle nostre menti riecheggia un ritornello calcuttiano: «Esco o non esco?».
A voi la scelta ma a prescindere dall’esito positivo o negativo, vi proponiamo uno spartito col “pesto“.
Chissà quale ricetta ci sussurrerà quel «filo di fe(a)rro dentro l’orecchio…».

Di sicuro uno spartito colorato, armonico nel gusto e sicuramente appagante per lo stomaco, che è ormai abituato a ricevere da Uki solo dolci melodie.

Pronti a segnare e comporre il vostro brano psycho killer?
E allora vai con il “fa fa fa fa fa fa fa fa fa- rro better!”.

Tracklist:

2 zucchine romanesche
6 foglie di basilico
8 mandorle
8 pistacchi
2 cucchiai di parmigiano
2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
sale qb
Mezzo bicchiere d’acqua
20 g circa di gamberetti in salamoia
Succo di limone
Zenzero fresco
Peperoncino
5 fragole
1 cucchiaino di rhum

Per l’impiattamento: 2 fragole piccole, 1 foglia di basilico e 1 pistacchio.

L’arrangiamento con le fragole e i gamberetti ci rinvierà subito alla traccia del Paletti perché rimanendo in tema psicopatia, torneremo a parlare ancora al nostro piatto dicendogli: “tu mi fai uscire pazzo”.

Soundtrack:

Per prima cosa occupiamoci del protagonista: il farro perlato.

Sciacquiamolo sotto l’acqua fredda e non appena la pentola inizierà a risuonare l’ebollizione lo butteremo in cottura per una mezz’oretta.
Nel frattempo andiamo a sistemare le special guests per il featuring.
Mettiamo a pulire i gamberetti dalla salamoia, immergendoli con succo di limone, bicarbonato e un po’ d’acqua. Scoliamoli dopo 3-4 minuti e adagiamoli in una pentola con mezzo bicchiere d’acqua, una grattugiata di zenzero, un pizzico di peperoncino, qualche goccia di limone. Lasciamo cuocere qualche minuto e poi accordiamo con un cucchiaino di Rhum, aggiungendo anche le fragole tagliate a pezzetti.
Non appena si saranno sciolte un po’ e avranno cambiato colore in cottura togliamo il liquido superfluo, lasciando da parte il resto.
Prepariamo ora sua maestà il pesto. In un mixer frulliamo le zucchine con il basilico, l’olio e un filo d’acqua.
Regaliamo a questa meraviglia di condimento delle note dolci con le mandorle e qualche pistacchio.
Ultimata la cottura del farro andiamo ad effettuare una liaison musicale con il nostro pesto sano e dal gusto delicato. Impiattiamo la rockstar verde posizionando il farro all’interno di uno stampino da biscotti a forma di cuore (o quel che volete) e facciamo la stessa cosa con la rockstar rossa, inserendo fragole e gamberetti in uno stampino più piccolo. Organizziamo il packaging con qualche fragola ornamentale, una foglia di basilico e 1 pistacchio.

Oh, finalmente possiamo dirlo…”Niente più cuoricinici” ma cuori in piatti unici”… e buono da mangiare tiepido, quasi freddo!

Curiosità sul Farro

Il farro è un cereale ricco di storia e di proprietà. Ebbene, si tratta del primo tipo di frumento raccolto dall’uomo, esattamente più di undicimila anni fa in Medio Oriente.
Il farro possiede fantastiche proprietà: è ricco di vitamine del gruppo B, fosforo, potassio, sali minerali, calcio e magnesio. In più esso contiene un alto contenuto di fibre vegetali che sono in grado di ridurre l’assorbimento del colesterolo e prevenire il cancro al colon, oltre che a garantire un buon transito intestinale.
Sentite qua, il farro possiede un altissimo contenuto proteico! Non a caso era a base dell’alimentazione dei forzuti legionari romani.
Ah, è fondamentale ricordare che il farro avendo un basso contenuto calorico, può essere consumato da chi segue una dieta.
Un cereale buono, ricco e saziante. Basta trovargli la giusta combinazione e noi come sempre lo abbiamo arrangiato a dovere.
Se lo preparerete per una cena tra amici, di sicuro la volta dopo avrete il sold out!

.

Veronica Mochi

Share Button
Written By
More from ukizero

Koo: “Un Altro Giro” > VideoClip in Anteprima esclusiva!

Un gioco letale, fatto di rancori e ottimo rock!
Read More

11 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.