Spartito Gastronomico: Crocco-burger di ceci, patate, melanzane e pomodori secchi

Un ricettario di buon gusto con una sinfonia di accordi culinari, per uno stile CoUKIsound di piatti inediti!

La Rubrica vuole essere un mix di musica e cucina. Questa nasce dal voler accordare la musica alla buona cucina, suggerendo ai lettori dei succulenti brani, facili da ri-comporre e in grado di accontentare/conquistare/accostare l’orecchio e lo stomaco più raffinato. Canteremo di ricette e armonie di ingredienti, capaci di toccare le note di ogni palato. Cercando di raggiungere ogni volta una tonalità più alta

È ora di riaccendere «le ruote, i motori...». Stiamo per entrare nelle vostre case con una ricetta che stuzzicherà uditi e appetiti…

Qualcosa che si presta bene anche come antipasto per la Viglia di Natale (ricordatevelo per il prossimo anno) e che desterà il piacere di mangiare legumi anche nei più piccini. Mamme, li fregherete talmente bene che quando se ne accorgeranno, anziché recitarvi la poesia di Natale, urleranno come forsennati: «non mi fido più di te!», aiutati dal pezzo di Mameli con Alex Britti!

Ladies & Gentleman, boys and girlz… ecco la crocchetta più gustosa e peccaminosa di tutti i tempi: la Burger – crocchetta di ceci, patate, melanzane e pomodori secchi.
Se leggendo starete pensando che possano rimanere difficili da digerire, come spesso accade per i legumi in generale, una volta frullati vi posso assicurare che quel fastidio non si manifesterà e conferirà al Burger una piacevole, irresistibile, sensazione di scioglievolezza (altro che Lindt).
E poi oh (Oh! Oh! Oh!)… per ogni evenienza, se il tuo stomaco è di Legno: «continua a bere acqua minerale»… ma attento a non affogare!

Hey, dico a te… che voglia di perder tempo anche in cucina dopo la corsa ai regali non ne hai… se stai pensando: “mi sento lento… mmm…” o ti fai invitare anche tu da Lana del Rey, o ecco la soluzione a tutti i tuoi “a natale vorrei…”.

Pronti a scartare l’Uki xmas gift?

Xmas kitchen sound:

Ceci lessi (1 barattolo o lattina)
1 patata grande o 2 piccole
Sale qb
Pepe qb
1 Melanzana
Pomodori secchi qb
4 fette biscottate integrali o ai cereali
N.B. (Natale-Babbl dice che potete aggiungere le spezie che preferite).

Iniziamo dalla registrazione delle patate in acqua bollente per poco più di mezz’ora. Si è vero, questo passaggio richiede più tempo di quanto narrato, ma potete sempre iniziare a prepararle anche un po’ per errore, “24 ore” prima.

Soundtrack:

Informiamo su carta forno la melanzana a fette per 10-15 min.
Azioniamo il nostro mixer con i ceci sgocciolati, il sale, il pepe, le fette biscottate e il resto delle note natalizie: patata lessa, pomodori secchi, melanzana a pezzetti.
Componiamo con un coppa pasta o a mano le nostre crocco/burger e inforniamo a 200 gradi, in forno ventilato, per una ventina di minuti (o più se le preferite croccantose).

Ed ora, non so voi ma io… «Sento una musica ogni volta… che me ne mangio una… e quando finisce… poi ci ripenso come se fosse la fine del mondo…» e lo è davvero!

Sono sicura che anche stavolta lascerete i vostri ospiti a bocca e orecchie gradevolmente aperte, grazie all’Ukisound che non delude mai!
Anche i passanti sentendo il profumo inebriante uscire dalle vostre case, alzeranno i cori tipo zampognari sulle note artistiche di Gio Evan: «se c’è un posto in più accanto a te, mi ci devi portare».

Cos’altro aggiungere se non i ringraziamenti a voi che mi seguite sempre e mi lasciate calorosi e affettuosissimi messaggi.
Vi voglio bene!
Vi auguro di trascorrere delle feste magiche, lasciandovi in dono questa “crocchetta della felicità… buona, buona, buona da paura!”.

Di una bontà talmente paradisiaca da farvi viaggiare con ogni senso in altre dimensioni, per poi ritornare in voi e dire: «ho visto la Madonna».

Quindi uki-fan hai capito il messaggio? Se alla Vigilia questi sounds non avrai né ascoltato né assaporato… “Sei un povero sfigato!”.

Curiosità sui Ceci

Un tripudio di benessere: ricchi di vitamine di ogni tipo, calcio, fosforo, magnesio, proteine, ferro… e chi più ne ha, più ne metta!
Si tratta di un ottimo alimento, altamente nutriente e alla base della cucina mediterranea. Molto utilizzato per la preparazione di hummus, insalate, zuppe, farinate…
Gli esperti consigliano di abbinarli ad una fonte di cereali, affinché il nostro organismo possa assimilarne bene tutti gli amminoacidi che compongono le proteine, in modo tale da sostituire equamente quelle di origine animale.
Per ciò che concerne l’apporto di ferro che ne deriva, basterà abbinare tali legumi ad una fonte di vitamina C, per esempio con qualche spruzzata di limone.
C’è da aggiungere che i ceci, spesso sottovalutati e considerati come “cibo povero”, contengono tutti gli 8 aminoacidi essenziali che il nostro corpo non è in grado di produrre e di cui necessita.
Per la salute sono decisamente indicati in prevenzione del colesterolo, dei trigliceridi e dell’insorgenza di aritmie, grazie all’alto contenuto di Omega 3.

Veronica Mochi

Share Button
Written By
More from ukizero

L’amant (Parte Terza)

Analisi atipica di un intreccio filmico-letterario a puntate
Read More

4 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.