Sex Parking: altra forma di “condivisione”

Arrivano i "parcheggi" della perversione: il nuovo paradiso degli scambisti

Lo ricordo bene quando si trombava nelle auto, scomodo direi. Una cosa che si fa spesso quando si è giovani e dunque disposti a farlo pure in equilibrio su un ponte tibetano… pur di farlo. La scomodità alla fine diventa solo un’altra scusa per ridere. Insomma, era una di quelle cose che si faceva in modo del tutto passionale ma diretto, teso all’interazione massima. Quello era uno dei tanti aspetti del concetto di “condivisione” che si aveva. Oggi quel sostantivo vuole significare quasi tutt’altro. E allora perché non condividere pure la tua ragazza in un parcheggio per trombare in macchina?

A quanto pare sono tanti gli italiani che, attraverso degli annunci su Internet, si incontrano nei parcheggi, aree di sosta, ecc… per incrociare nuove coppie e quindi provare nuove, atletiche e scomode emozioni. Molto spesso il cosiddetto sex parking si conclude con uno scambio di coppie. Chissà, magari se sono entrambi dei tipi molto alti dentro una Smart non c’entrano, allora uno rimane e l’altro viene sostituito da un altro vicino di posto più minuto, in modo da entrarci e spiaccicare la faccia o il culo su un vetro o su uno sedile dell’auto, sempre intenti ad appannare la macchina.
Questi avventurieri arrivano, nessuno si è mai incontrato prima, si lampeggiano nel parco manco fosse una danza d’amore di uno sciame di lucciole, entrano nelle auto e poi via a freno a mano spiegato!

Ma attenzione. Gli spippaioli sono sempre in agguato. Non credevate che una pratica del genere potesse scatenare un’orda di voyeur appostati all’interno dei parcheggi? Ebbene si. Cinema all’aperto amici. E sappiate che sono spesso le stesse coppie ad incoraggiare il voyeurismo.

Ebbene, stiamo parlando di una realtà che ha scatenato, per fare un solo esempio, ben trecento recensioni su un sito specializzato, riservate a via Cristoforo Colombo a Cesenatico. Tutti i fine settimane il parco è letteralmente preso d’assalto da guardoni e bollenti amanti pronti ai più inimmaginabili scambi di coppia. Succede di tutto. L’ultima moda sembra essere quella di travestirsi, un uomo da donna o la donna da uomo, per nuove fantasie erotiche. Ci sono giovani coppie ma anche dei professionisti. Una caciara fantastica!
Il centro Nord Italia è pieno di questi bei posticini… in Campania invece sembrano ad esempio preferire i parcheggi dei centri commerciali, magari comprano li i preservativi prima di appostarsi… sperando che li usino.

Ad ogni modo siamo in buona compagnia, a dimostrazione che questa “moda scambista” sembri davvero andare per la maggiore: poche settimane fa Parigi ha cementato la sua fama di “Città dell’Amore” con i risultati dello studioIfop“, secondo cui un quarto dei parigini ha fatto sesso di gruppo, e un intervistato su sei ha ammesso di aver scambiato il partner in un club. Capite ora come stiamo messi?

E tornando a noi, sappiate che viviamo in un Paese che ad un paio di settimane dall’uscita nei cinema di “50 Sfumature di Nero“, il secondo capitolo su grande schermo della saga letteraria creata da E.L. James, pare che le abitudini sessuali degli italiani dal 2015, anno di uscita del primo film della serie, ad oggi abbiano subito diversi cambiamenti: infatti, come volevasi dimostrare, è cresciuto soprattutto il settore delle fantasie dei giochi erotici che rientrano appunto nell’ampia categoria del BDSM (lo svelano i dati di MySecretCase, il sito web numero uno in Italia nella vendita di sex toys che in previsione dell’uscita di “Cinquanta Sfumature di Nero”, il 14 febbraio 2017, ha chiesto a Google Analytics, Pornhub Insights e Statista.com di riassumere un po’ di numeri che riguardano il settore in esame).

Insomma, comunque vogliamo girarcela, la gnocca smuoverà sempre onde di ormoni impazziti, ogni pratica o tendenza sessuale sembra sempre trovare una nuova forma per esprimersi, e nei tempi in cui anche le donne possono finalmente dire e fare la loro, così come i guardoni, gli omosessuali, bisessuali, transessuali, sodomiti, padroni, masochisti e chi più ne ha più ne metta compresi pure quei schifosi dei pedofili.. non c’è più limite alla… condivisione.

 

Andrea Fatale

.

.

 

Share Button
Written By
More from Andrea Fatale

La crisi dei morti viventi

L'intenzione non è mai stata quella di estinguere il debito, anzi, con...
Read More

10 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.