Pigneto Film Festival

Metà festival metà workshop, il Pigneto si trasformerà nella terza settimana di giugno in un set cinematografico estemporaneo, con tanti appuntamenti tutti gratuiti

Pigneto Film Festival

18-23 giugno 2018
Pigneto, Roma

 

Arriva a Roma dal 18 al 23 giugno, il Pigneto Film Festival, la prima edizione del Festival dedicato alla cinematografia, che vedrà protagonisti cinque giovani videomaker provenienti da diverse parti d’Europa impegnati per sei giorni di riprese all’interno del Pigneto, uno dei quartieri più vivi e alternativi della capitale.

Metà Festival metà workshop, il Pigneto si trasformerà nella terza settimana di giugno in un set cinematografico estemporaneo, con tanti appuntamenti tutti gratuiti: proiezioni, concerti e talk con i registi, nelle sedi di Largo Venue e Co.Ro, il coworking del Pigneto.

La formula è semplice: cinque film maker stranieri, 144 ore per immaginare e realizzare un prodotto audiovisivo, utilizzando solo le “materie prime” della realtà multiculturale ed impertinente del Pigneto.

Sei giorni di riprese all’interno del triangolo del Pigneto tra le vie Prenestina, Casilina e di Acqua Bullicante, dove i giovani registi in gara avranno la possibilità di raccontare luoghi e storie inedite ed originali.

I partecipanti dovranno sviluppare un tema che gli sarà comunicato solo il giorno prima delle riprese, i lavori dei film maker saranno esaminati da una giuria tecnica composta da cinque elementi che assegneranno pubblicamente un premio al vincitore.
Paolo Bravi, Rita Ghilardi, Andrea Lanfredi, Nicola Parolini e Francesco Barnabei pignataro doc, compongono la giuria.

Importanti partner dell’evento come CICI Film Festival di Castellammare del Golfo, hanno contributo al cartellone del Festival: durante la settimana il PFF proietterà i corti vincitori delle ultime edizioni del CICI. Inoltre in collaborazione con Doc Servizi, la cooperativa che gestisce e tutela i Professionisti dello Spettacolo, ci sarà ampio spazio ai documentari. Dal tema sociale a quello climatico globale, come Iriria di Carmelo Camilli un documentario che attraverso una cosmovisione della comunità indigena Bribri-Cabecar (Costa Rica), riflette la difficile relazione tra l’uomo e la terra, vincitore del Eco Film Festival Sisak in Croazia e del Rising Star in Canada. E ancora la docu-inchiesta Le Catene della Distribuzione del trio Di Leonardo Filippi, Maurizio Franco, Maria Panariello vincitrice della V edizione del Premio Morrione, che si presenta come un viaggio nel mondo dell’ortofrutta in Italia, per indagare le responsabilità del fenomeno del caporalato.
Ma il Pigneto Film Festival propone anche live e djset in Largo Venue organizzati dall’Eretico Booking, agenzia di booking & management attiva da anni sul territorio Italiano.
Il Festival è organizzato anche grazie all’importante contributo delle realtà commerciali del Pigneto come Il Vigneto, La bottiglieria, La Libreria Alegre, La Santeria, Necci, Pigneto 41, Rosti e Vado al Pigneto e molti altri.

L’organizzazione del festival è affidata a Waldo Event Network, boutique creativa formata da un team di professionisti che lavorano nel campo della pianificazione e produzione di eventi, della comunicazione e della promozione artistica.

La prima edizione del PFF si pone come luogo di incontro e confronto per il nuovo cinema nelle sue diverse prospettive e tendenze artistiche, con una forte attenzione alle cinematografie emergenti e ai giovani cineasti.

INFO:
www.pignetofilmfestival.com
Co.Ro Via Erasmo Gattamelata, 137
Largo Venue Via Biordo Michelotti, 2

PREZZI:
Gratis

Share Button
Written By
More from ukizero

“In A State of Altered Unconsciousness”, l’esordio discografico degli Earthset

Dall'indie al grunge, dal prog alla psichedelia, passando per new wave e...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.