Pachanga Latina in Italia: ecco “¡Grita La Noche!”, nuovo album dei Pedro Navaja SoundMachine

Fusione di stili, ritmi e sonorità latinoamericane: dalla cumbia al reggae, dallo ska al raggamuffin, dal tango alla tarantella, dal flamenco al punk rock!

La pachanka, fusione di stili, ritmi e sonorità latinoamericane che spaziano dalla cumbia al reggae, dallo ska al raggamuffin, dal tango alla tarantella, dal flamenco al punk rock è il biglietto da visita dei Pedro Navaja SoundMachine (nome che è un tributo alla celebre canzone, una salsa, di Ruben Blades) dai marcati tratti multietnici. La band, dopo il loro primo album in studio “Barrio Pachanga” (2012. Registrato con l’etichetta indipendente Greenfog e presentato con il loro primo video Remedios, cover del celebre brano di Gabriella Ferri) sono ad oggi usciti col secondo album autoprodotto “Grita la Noche!” (auto-prodotto come etichetta Pedro Navaja SoundMachine e mixato da Alessandro Nozza presso il One Drop Studio), dopo un lungo percorso che li ha visto calcare centinai di palchi a fianco dei migliori artisti della scena italiana e internazionale.
A questo disco hanno preso parte il trombonista Tony Carvelli, che ha registrato tutte le tracce dell’album nonché le linee di trombone per i Tua Madre, nel disco “L’invasione dei tordoputti”; Olmo Martellacci, flautista–sassofonista ufficiale degli Ex-Otago, che ha registrato in sezione nella canzone “Palomita” e ha eseguito il solo in “Bangra”.

¡Grita la Noche!” (disponibile su iTunes, Spotify, YouTube, Musik Key, Google Play e Amazon Music) è composto da 12 brani che raccontano a 360° la solare, ricercata e meticcia personalità di una band che trasforma le sue live performances in eventi trascinanti come un’onda latina in piena, dalla quale è impossibile riemergere se non ballando e saltando dalla prima all’ultima nota.
¡Grita la Noche!” raffigura la vera essenza e le origini artistiche dei Pedro Navaja, vale a dire un mix di stili provenienti dalle culture ed esperienze musicali di ognuno dei componenti del gruppo. Un disco di musica pachanga, con ritmi e sonorità che spaziano su ogni tipo di sonorità esotica passando dallo ska al punk che, di fatto, è il biglietto da visita di questa band multietnica in lingua spagnola.

.

.

https://youtu.be/Os4LWXmV9mQ

 

Share Button
Written By
More from ukizero

La controcultura Industrial

È a Londra, nel 1975, che nasce ufficialmente il movimento industriale
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.