Ohm Sweet Ohm: live session #1 @ Hula Hoop Club

Questa interessante formazione crea musica attraverso varie espressioni della musica contemporanea. La vibrazioni oniriche e i groove psichedelici del didgeridoo, antico strumento di origine australiana, si fondono perfettamente con la musica elettronica, fra tribalismo e risonanze urbane

Durante l’inverno scorso è stato pubblicato il secondo ep “OhmSweetOhm.Livesession1” registrato live all’HulaHoop Club

.

Era un po’ che non ascoltavo qualcosa di diverso ed interessante.
Veramente un bel po’.
Poi mi sono imbattuta in questo Ep degli Ohm Sweet Ohm, e la mia sete di novità è stata finalmente soddisfatta.
Gli Ohm Sweet Ohm creano musica con influenze Trip Hop, DubStep, Electro, ma senza copiare nulla da nessuno, e vi assicuro che questa è cosa molto rara.
La voce onirica e il suono ipnotico del didgeridoo, antichissimo strumento suonato dagli aborigeni australiani, uniti ai beat tipici della musica elettronica, creano un’atmosfera inusuale che unisce la musica di strumenti tribali con le sonorità tipicamente urbane.
L’intero Ep è estremamente interessante, variegato ma sempre fedele al sound che gli Ohm Sweet Ohm vogliono da subito imporre come il “loro” sound.
Un consiglio, diffondetelo in casa mentre preparate la cena dopo una giornata di lavoro, l’effetto relax è assicurato.

.

Federica Dell’Isola

> SoundCloud
> Facebook

Share Button
Written By
More from ukizero

Breve trattato sulla trasgressione italiana (Parte Prima)

Ognuno trasgredisce in qualche modo cambiando in meglio la propria vita; ma,...
Read More

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.