MetriAksak: intervista alla band in attesa del primo Ep

La giovane band sbarcherà all'evento "It's Up 2You" del 17 ottobre a Roma (Largo Venue)

I Metriaksak sono una band di giovani musicisti della provincia di Viterbo che da circa un’anno ha effettuato una serie di date tra la provincia e Roma.
Nel 2018 sono stati ospiti di RadioRock e tutt’ora stanno lavorando alla creazione di un’Ep. Prendono ispirazione dalle sonorità Indie ed Hip Hop italiane e dal R’n’B internazionale.

.

Ciao ragazzi, iniziamo col parlare un po’ della vostra storia: quando nascono i Metriaksak? Avevate altri progetti importanti alle spalle o il vostro percorso sta iniziando seriamente da qui?

Abbiamo iniziato a suonare a dicembre dell’anno scorso e abbiamo deciso di portare avanti questo progetto.
Avevamo quasi tutti esperienze con altri gruppi ma che si occupavano di generi totalmente diversi, quindi attualmente per noi è un po un’esperienza nuova poter sperimentare in maniera nuova delle nostre idee attraverso questa proposta musicale.

Ascoltando i brani si nota che la vostra officina musicale si nutre di diverse suggestioni, anche apparentemente distanti tra loro. Come siete giunti a trovare il giusto equilibrio tra le diverse attitudini musicali che compongono il vostro sound? C’è stato qualche gruppo o artista in particolare che vi ha facilitato nelle scelte?

La maggior parte di noi ascolta una moltitudine di generi differenti. Tutti noi abbiamo spaziato dal Rock più classico all’Hip Hop moderno e alcuni di noi hanno studiato anche musica classica e Jazz. La difficoltà sta proprio nel saper accomunare tutti questi generi così diversi, e nel farlo, subentra sempre l’aiuto ed i consigli degli altri, quindi si può dire che ognuno di noi cerca di completare l’altro.

 

La scelta di cantare in italiano implica una immediata comprensibilità del testo da parte degli ascoltatori: che peso date alla parola nel processo creativo? Quali temi attirano di più la vostra attenzione?

Non c’è un tema in particolare, i testi escono di getto. Non usiamo tematiche troppo impegnate, cerchiamo di esprimere il nostro stato d’animo e far rispecchiare gli altri nel testo, quindi proviamo ad esprimere situazioni accomunabili più o meno a tutti.

 

Solitamente, nel panorama contemporaneo, si preferiscono gruppi o artisti “semplici” ed immediati, in modo da poter riuscire a catturare il gusto di potenziali ascoltatori abbastanza velocemente. Ascoltando i vostri brani, invece, si ha la sensazione che questi siano costruiti e suonati con una buona ricerca alle spalle: ci volete dire qualcosa sul vostro modo di comporre?

Semplicemente ci piace sperimentare su sonorità finanche insolite ma comunque basate sull’orecchiabilità e sulla musicalità. Nei nostri pezzi difficilmente si può intravedere qualcosa di realmente complesso a livello armonico, nonostante ciò cerchiamo di non andare verso il banale e preferiamo piuttosto qualcosa di fresco ed originale che stuzzichi immediatamente l’orecchio di chi ci ascolta.

 

Per concludere, quali progetti avete in cantiere?

Al momento stiamo lavorando su un’EP. Stiamo cercando di produrre un album breve che possa presentare in modo adeguato le sonorità del gruppo in modo da dare anche un incipit a quello che potremmo fare in futuro. Stiamo anche cercando una sonorità esclusivamente nostra e questa è la parte più difficile. Vorremmo poter essere immediatamente riconoscibili, senza dover essere accomunati ad altri artisti. Quindi diciamo che per adesso la nostra è più una ricerca su un’effettiva identità artistica.

 

Mario Cianfoni

> Pagina FACEBOOK

< Evento “It’s Up 2You” 17/10/2018

Share Button
Written By
More from ukizero

LorisDalì: esce “Gekrisi”

Secondo disco per il cantautore piemontese che con il suo folk variopinto...
Read More

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.