Matthew Lee: “D’Altri Tempi Winter Tour”

Il fenomeno italiano del Rock 'N' Roll torna nei live club di tutta Italia

The genius of Rock ‘N’ Roll is back!”. Matthew Lee è uno straordinario performer, pianista e cantante innamorato del Rock’N’Roll, che ha fatto propri gli insegnamenti dei grandi maestri del genere. Un vero talento, un fenomeno degli 88 tasti. Nonostante la giovane età ha già sulle spalle circa 1000 concerti.
Così, dopo averlo apprezzato in un lungo tour estivo per presentare la sua recente uscita discografica, Matthew Lee torna di nuovo ad esibirsi live con “D’Altri Tempi” (Carosello Records, 2015), il suo primo “vero” disco: a partire dal 30 gennaio e accompagnato dall’inseparabile pianoforte, l’interprete e straordinario performer porterà sul palco il suo “D’Altri Tempi Winter Tour” in una serie di appuntamenti nei live club di tutta Italia.

Primo appuntamento il 30 gennaio, cui seguiranno numerose tappe per un calendario in continuo e costante aggiornamento.

“D’Altri Tempi Winter Tour” (calendario in aggiornamento)
– 30 gennaio: Black Horse – Cermenate (Co) // h. 23:00
– 4 febbraio: Teatro Piermarini – Matelica (Mc) // h. 21:00
– 5 febbraio: La Guinguette Baladin – Jesolo (Ve) // h. 21:00 – Piano solo
– 6 febbraio: Pink Devil – Barengo (No) // h. 22:00 – Piano solo
– 19 febbraio: Teatro Sociale – Piangipane (Ra) // h. 21:30
– 20 febbraio: La Claque – Genova (Ge) // h. 22:00
– 27 febbraio: Palazzetto dello Sport – Flesso Umbertiano (Ro) // h. 22:00
– 4 marzo: La Piazzetta – Viadana (Mn) // h. 22:00
– 5 marzo: Memo Restaurant – Milano // h. 22:00
– 19 marzo: Crossroads – Roma // h. 22:30

D’Altri Tempi“, disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e sulle piattaforme streaming, racchiude 12 tracce (6 in italiano e 6 in inglese), tutte legate da un inconfondibile ritmo rock’n’roll rivisitato in chiave moderna.

«“D’Altri Tempi” è il mio primo “vero” lavoro discografico – racconta Matthew Lee – dove ho curato ogni canzone ed ogni dettaglio insieme ad alcuni dei più importanti produttori italiani ed internazionali. Registrato in tre paesi diversi (Italia, Inghilterra e Germania), è un disco in cui mi riconosco in pieno e dove faccio vedere tutti i lati della mia personalità: da quella rock’n’roll a quello più blues, fino al mio lato più romantico. Filo conduttore di tutto è il mio pianoforte che ho tenuto sempre al centro della scena in ogni brano».
L’album è stato realizzato con l’intervento di autori e produttori sia italiani che internazionali e, in particolare, vede la collaborazione di Luca Chiaravalli, Claudio Guidetti, Mousse T e Chris Summerfield.

Definito “The genius of Rock ‘N’ Roll” dalla stampa internazionale, Matthew Lee è tra i principali protagonisti di uno dei trend internazionali di maggior appeal, il rilancio delle atmosfere anni 50.
«Per quanto mi riguarda essere d’altri tempi non significa rimanere ancorato al passato, ma semplicemente recuperare valori importanti, che forse stavamo rischiando di perdere, il tutto però rivisto in una chiave attuale, non “un’operazione nostalgia”, ma un qualcosa che spero possa essere percepito come una novità», racconta Matthew Lee, che vanta un’importantissima gavetta in tutto il mondo.

.

.

 

Share Button
Written By
More from ukizero

Giorgio Canali & Rossofuoco: “Undici canzoni di merda con la pioggia dentro” [Recensione]

In questo nuovo lavoro l’artista pubblica undici brani inediti, suscitati dall’atmosfera pesante...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.