Il Giorno della Quaglia

Tutte le notizie analizzate da un temibilissimo pennuto (PUNTATA N° 23)

Cari ricondizionati,
prima di qualsiasi fesseria, sento l’obbligo pressante di fare una premessa: ricordate la precedente puntata della Quaglia quando, descrivendo un riadattamento del dipinto “Il Quarto Stato“, cito un gruppo di uomini che chiedono il ritorno di “Colpo Grosso”? Beh, ho scoperto che in Tv vanno davvero in onda le repliche di quel programma, ed è un inquietante segno che le cazzate che scrivo a volte hanno un senso logico.
Solo a volte, ovviamente.
Detto ciò, eccoci qua, di nuovo, per capire insieme come stanno andando le cose sulla nostra cara, vecchia sfera rotante di metalli pesanti, chiamata Terra.
La Terra. Pensare che, 4,543 miliardi di anni di evoluzione abbiano portato all’esistenza di Andrea Romano fa venire i brividi, è come se un bambino bellissimo crescesse con l’ansia di diventare un bel giovanotto e fare strage di cuori, e poi all’età di diciotto anni si trasformasse improvvisamente in una soletta di silicone per scarpe.
So merri crissmaaass en eppi niù ieeeerrr….
L’evoluzione umana ha portato all’esistenza del Natale, una ricorrenza irrazionale capace di risvegliare il meglio che c’è in noi, e questo meglio consiste nel chiudersi in un centro commerciale per cercare regali inutili, facendosi bombardare da musiche assordanti e respirando profumi chimici che fanno girare la testa, oltre che le palle.
Ah, che bello il Natale.
L’amore pervade il mondo: i russi bombardano civili in Siria, i Giapponesi istituiscono giurie popolari che emettono condanne a morte, la Cina crea una rete internet di governo alternativa a quella mondiale, L’Esercito di Resistenza del Signore (cristiani) fa stragi in Africa; ogni essere vivente del pianeta vive con intensità questo periodo di grande amore, dalle balene arpionate ai piccoli visoni spellati vivi, dalle foreste distrutte ai fiumi deviati.
Love, love, love, è questo l’unico comandamento che i nostri cuori devono seguire in questo periodo.
Io mi sento così pervaso dallo spirito natalizio che quando giro per strada bacio la gente che passa e la ringrazio di esistere, abbraccio i cartelli pubblicitari, carezzo le automobili parcheggiate male, dedico dolci pensieri ai padroni dei cani che non ne puliscono i relativi escrementi, ringrazio le cassiere dei supermercati quando mi sommergono di carta al momento di darmi un piccolo scontrino, leggo poesie davanti agli sportelli bancari e cammino in mezzo al traffico ballando, come se fossi in un musical, senza badare al fatto che nessun altro balla e che gli automobilisti mi mandano affanculo ad alta voce.
Sono così positivo, che non guardo neanche più il telegiornale per non rovinarmi l’umore.
L’unica notizia che mi fa stare bene è stata l’apertura del Giubileo, anche se non ho ancora ben capito di che cosa si tratta. Nella mia estrema ignoranza sono portato a credere che Giubileo derivi dalla parola Giubilo, che il Vocabolario Treccani indica come “Sentimento d’intima e intensa gioia, per lo più causato da qualche piacevole avvenimento e manifestato nelle parole e negli atti”.
Apre il Giubileo, bene, vorrà dire che in Vaticano in questo periodo provano tanta intima gioia causata da qualche avvenimento; sono proprio dei positivoni, con tutta la merda che sta venendo a galla grazie ai libri di Nuzzi loro inaugurano un anno intero di gioia, ed io mi sento davvero stupido a dubitare della loro buona fede.
Bella come tattica per sviare l’attenzione della gente.
È come se un ladro, scoperto dalla polizia mentre sta rubando la “Gioconda”, tirasse fuori dallo zaino un paio di maracas e cominciasse a ballare il samba cantando come un forsennato “Braziiiiil lallà lallà lallà lallààààà..”; pensa la faccia dei poliziotti.
Qualcosa mi sta sfuggendo, questo è sicuro.
L’ “equilibrio della Forza in pericolo grande è.., miei giovani Padawan, molta attenzione alle distrazioni di massa voi dovete fare, un nuovo maestro del Lato Oscuro diventato potente è, e noi dobbiamo restare concentrati per capire di chi si tratta, e quale il suo progetto finale potrebbe essere..”.
Adoro parlare come il Maestro Yoda, mi fa sentire più saggio, un po’ come Bruce Willis che pronuncia le parole “fermo” e “film” e crede di essere un bravo testimonial pubblicitario.
Dai , smettila di fare il sarcastico, è Natale e dobbiamo essere più buoni, dobbiamo fare l’albero e costruire il presepe.
Va bene, ci provo, faccio il buono.
A proposito di presepe, anche io ho costruito il mio, ho aggiunto anche un paio di personaggi attuali per rendere il tutto più dinamico, anche se forse il quadro completo è un po’ Pulp. Giudicate voi.
La scena è questa: un terrorista Isis sta sgozzando Melchiorre mentre un altro li riprende per fare un video da mettere su Youtube, Gesù bambino e Jason Statham sparano con dei mitragliatori su un gruppo di palestinesi travestiti da pecore troppo vicini alla stalla, dove Maria, Giuseppe, il Bue, l’Asino e un rapper di Harlem di nome “Like Eminem after twenty tanning lamps” stanno giocando a Poker da sette ore; due arabi e due cinesi gestiscono una fumeria d’oppio frequentata dai guerriglieri di Kony, e nello sfondo si intravede l’arcangelo Gabriele, vestito come Uma Thurman in Kill Bill, che sta per fare irruzione a bordo di una motocross per sgominare a colpi di katana la banda di terroristi.
In un angolo a parte, che ho contrassegnato con la targhetta “privè”, ho imbastito una scena d’amore un po’ spinta fra tre donne, cioè una cognata calabrese della Madonna, Lois Griffin e Violante Placido, mentre in uno spiazzale a parte Chuck Norris sta prendendo a calci un soldato romano venuto lì per uccidere Gesù bambino per conto di Caligola, che poi è la miniatura di Ian McKellen.
Guardo il mio capolavoro e.. sì, mi viene da piangere, perché sento lo spirito natalizio che pian piano si fa spazio dentro la mia corazza e so con certezza che anche qualcuno di voi si sta commuovendo con me.
Miei cari lettori, cos’altro mi resta da dirvi se non “Buon Natale”?
Avete messo le vostre lucine fuori norma intorno all’albero fuori norma sperando che il tutto non prenda fuoco? Bene, allora siete proprio nello spirito giusto per festeggiare.
A dire il vero io mi sto già caricando per il Capodanno, dato che farò l’animatore e non ho idea di come possa finire la serata.

 

Vi ricordo che potete scrivermi a liberopensieroberto@libero.it per suggerirmi notizie o argomenti da trattare, continuate a seguirmi (sono sempre commosso dal vostro affetto) e ricordate il mio rò-pensiero del 25 dicembre:
Se volete essere buoni, siatelo tutto l’anno oppure abbiate il coraggio di essere stronzi anche il giorno di Natale.
Buona lettura.

 

Conferenza mondiale Internet in Cina – 16 Dicembre 2015
Il Governo cinese accoglie la seconda conferenza mondiale su internet, nonostante l’assoluta censura che opera sulla Rete.
Le prossime conferenze che la Cina gentilmente ospiterà saranno “Lotta alla contraffazione dei prodotti”, “Cancellazione della pena di morte” e “No alla carne di Cane”.

Cina e “Aria pulita in bottiglia” – 18 Dicembre 2015
La società Vitality Air ha deciso di vendere ai cinesi delle bombole contenenti aria pulita canadese fino ad 8 litri, da usare per difendersi dall’inquinamento.
Terroristi filo tibetani hanno già messo in commercio bombole identiche contenenti puzzette a base di fagioli e verza.
Panico fra i cinesi.

Hitler e il suo testicolo – 19 dicembre 2015
Un referto medico risalente al periodo in cui Hitler fu rinchiuso per il mancato colpo di stato di Monaco, attesta che il futuro dittatore aveva un solo testicolo, situato in testa fra l’emisfero destro e quello sinistro, all’altezza dell’attaccatura dei capelli.

Condanna a morte in Giappone – 19 dicembre 2015
Sumitoshi Tsuda (63 anni) e Kazuyuki Wakabayashi (39 anni) sono stati condannati a morte da un tribunale nel quale, per la prima volta, il giudice è affiancato da una giuria popolare composta da persone di specchiata onorabilità, quali balenieri, feticisti di mutande usate, esponenti della yakuza, pedofili e fan di Kenshiro.

Scienziate italiane e contributo fondamentale alla robotica – 21 Dicembre 2015
Si chiamano Cecilia Laschi e Barbara Mazzolai, e sono due fra le scienziate che più hanno contribuito allo sviluppo della robotica, secondo la rivista RoboHub.
Come modello per i loro robots, Cecilia Laschi ha scelto il polpo e Barbara Mazzolai le piante, mentre insieme stanno studiando un piccolo maialino per la progettazione del primo modello di umanoide.

Grave incidente a Las Vegas – 21 Dicembre 2015
Un’auto si è schiantata su una folla uccidendo una persona e ferendone altre trentasei. L’auto era guidata da una donna e a bordo c’era anche un bambino di 11 anni; la donna, fermata dalla polizia, ha detto che stava spiegando al figlio i rischi che si corrono guidando come in un videogame.

Internato per fantasie omicide – 22 Dicembre 2015
Gran Bretagna. Mark Colborne, arrestato per aver pianificato azioni terroristiche, è stato internato in una struttura psichiatrica dopo aver manifestato la voglia di sparare in testa al principe Carlo, senza però menzionare anche Camilla.

Kamikaze in Afganistan – 22 Dicembre 2015
Bagram (Parwan). Un kamikaze ha ucciso sei militari della Nato facendosi esplodere con 20 litri di Coca Cola e 3 chili di Mentos.

Tatuaggio di Auschwitz – 22 Dicembre 2015
Marcel Zech, politico tedesco di estrema destra, è stato condannato a sei mesi con la condizionale per incitamento all’odio per aver sfoggiato un tatuaggio raffigurante il campo di concentramento di Auschwitz e la scritta “sempre meglio dell’Ipercoop sotto le feste”.

Minaccia di morte per Star Wars – 23 Dicembre 2015
Arthur Charles Roy, diciottenne del Montana, è stato arrestato per aver minacciato di morte un amico dopo che quest’ultimo gli aveva rivelato dettagli sull’ultimo Star Wars (Il risveglio della Forza). Il Giudice ha fatto liberare Roy dichiarando “Beh, cazzarola, uno aspetta dieci, e dico dieci, anni per un nuovo episodio poi arriva il primo pirla e ti svela i retroscena prima che tu vada a vederlo”.

Renzi inaugura la variante di Valico – 23 Dicembre 2015
Il Premier ha inaugurato la variante di Valico, snodo autostradale che unisce Bologna a Firenze costato 7 miliardi di euro a fronte dei 2 miliardi e mezzo previsti, e lo ha fatto percorrendo un pezzo di autostrada a bordo di un divano trascinato da un pickup.

Amnesty denuncia raid russi sui civili – 23 Dicembre 2015
Amnesty International ha denunciato l’uccisione di centinaia di civili da parte dei raid aerei russi, che avrebbero utilizzato bombe a grappolo. Putin rigetta le accuse rispondendo che “Le armi russe non sono fatte di uva”.

 

Roberto D’Izzia

 

Share Button
More from Roberto D'Izzia

Il Vaso di PandoRo [Inviati speciali..]

Servizi ironici da due inviati alquanto improbabili...
Read More

6 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.