I Segreti dei Sogni (Part. 4)

L'interpretazione dei sogni...

Il desiderio di comprendere ed interpretare i sogni, accompagna da sempre l’umanità. Già nell’antica Grecia, erano conosciuti gli interpreti di sogni dei Templi di Esculapio nella Grecia arcaica, ed in tutto il vicino Oriente, riferimenti importanti sono citati nella Bibbia – cfr. l’episodio di Giuseppe e del “Sogno del Faraone”.

Celebre è l’interpretazione dei sogni, dal titolo Onirocritica; e a partire dall’opera del II secolo d.C. di Artemidoro e Dalì “Interpretazione dei Sogni”.

Dobbiamo a Freud in tempi moderni, la chiave di lettura attualmente più calzante ed evoluta sui sogni ed il loro collegamento con l’inconscio.
Un altro significativo filone di interpretazione, è quello Popolare-Esoterico, dove una cultura popolare ha indirizzato su maghi, veggenti e quant’altro, l’interpretazione del sogno, e costoro hanno utilizzato i sogni per scopi divinatori e di veggenza, fino ad arrivare alla famosa Smorfia Napoletana, cosa che pur lasciando il tempo che trova dal punto di vista scientifico, ci dice la grande importanza ed il fascino che il mondo onirico desta sulle persone da sempre.

Dobbiamo chiarire che esiste una cultura ingannevole che tende a dare un’interpretazione dei sogni universale, basata sul significato dei simboli che appaiono in un sogno, e dando ad essi un significato uguale per tutti.
La realtà scientifica ci dice che questo non è possibile; il materiale che compare nel sogno ha un valore ed un senso unico e singolare per la persona che lo produce. Gli elementi del sogno costituiscono il materiale realizzato in base alle proiezioni inconsce della persona e quindi soggetti alle leggi interiori di chi sogna, le quali sono uniche ed irripetibili.
Solo in pochi casi, ci sono dei simboli universali, come citato già ad esempio nel caso dell’acqua, ma anche questo elemento, che rappresenta l’inconscio universalmente, può avere una valenza positiva per alcuni, “io amo l’acqua”, e negativa per altri, “io ho paura dell’acqua”.
Sognare di stare immersi nell’acqua quindi, può dar vita ad una interpretazione diversa a seconda di quali paure o desideri ha il sognatore. Freud infatti afferma con fermezza, che bisogna respingere ogni associazione che viene dall’esterno e accettare ciò che viene in mente all’autore del sogno.

Bisogna sottolineare che le persone appartenenti ad una medesima cultura potrebbero avere simboli onirici simili. Tuttavia come precedentemente detto, le dinamiche interiori tra gli individui sono così ampie da non permettere mai una traduzione automatica dei sogni in significati. Ogni sognatore ha la sua lingua di interpretazione.

.

Come si interpretano i sogni?

Essendo il sogno prevalentemente, un appagamento di un desiderio inconscio rimosso, esso per generarsi attinge da fatti accaduti i giorni immediatamente precedenti, preleva questo materiale e attraverso il lavoro onirico maschera e deforma il desiderio che vuole appagare o subliminare una paura o conflitto.
La difficoltà principale per l’interpretazione risiede nella loro caratteristica di essere censurati sempre più ogni secondo che passa dal risveglio.
Un sogno non è costituito da materia né ha una forma definita, esso è oltre il tempo e lo spazio; è simile all’acqua che vi sfugge dalle mani quando cercate di trattenerla; dal momento stesso in cui avviene, la coscienza comincia filtrarlo e ripulirlo da elementi essenziali per la sua comprensione.

.

Tecniche per ricordarli al mattino

Lavorare sui propri sogni, richiede un lavoro che parte da prima che ci svegliamo; molti ad esempio, interpretano i sogni mentre dormono, ma per iniziare va bene anche ripassarlo più volte nella mente, negli attimi prima di aprire gli occhi e poi subito al risveglio scriverlo su di un quaderno dei sogni, che avrete precedentemente realizzato e che terrete di fianco a voi sul comodino.
Il vostro “quaderno dei sogni” è molto importante, annotate tutto con il maggior numero di particolari possibile, e scrivete anche le circostanze particolari in cui essi sono avvenuti, l’ambiente in cui eravate, lo stato emotivo di quel giorno, i fatti salienti, compreso il giorno e la data; col tempo avrete realizzato uno strumento di auto-analisi molto importante per il vostro benessere.
Sarete sorpresi dal constatare che con l’allenamento, farete tutto questo mentre dormite profondamente e ne sarete coscienti, ed al risveglio dovrete solo scrivere l’interpretazione. Ricordate che ricordare ed interpretare i sogni richiede allenamento costante.
Mentre scrivete il sogno, annotate anche le sensazioni che accompagnavano ogni tratto del sogno stesso, e sottolineate anche agli oggetti o le situazioni che sentite più importanti. Segnate anche le emozioni che sentite rileggendo alla fine il sogno.

.

Giorgio Del Sole

 .

.

> I SEGRETI DEI SOGNI (Part. 1)

I SEGRETI DEI SOGNI (Part. 2)

> I SEGRETI DEI SOGNI (Part. 3)

> I SEGRETI DEI SOGNI (Part. 5)

> Per approfondimenti dal nostro Guest Blogger: “Giorgio Del Sole – Per modellare nell’eccellenza il tuo mondo interiore

.

Share Button
Written By
More from ukizero

Intervista agli Aeguana Way

L'alt-rock band ci racconta il nuovo album: su una società caotica, tra...
Read More

11 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.