I conati di Sion

Mentre il Sionismo vomita piani e strategie per conquistare il mondo (?)… alcune dissidenti fitte intestinali cominciano a rivoltarglisi contro..

C’è una notizia che mi rincorre ma che non “fa notizia”, di cui nessuno parla, ma a me fa venir voglia di gridarla al mondo.

Ci sono migliaia di ebrei che si sono schierati in piazza contro lo Stato di Israele, altresì a favore della Palestina, a favore della Pace! Se non altro per trovarne le vie nel rispetto dei contendenti.

Ebrei contro il sionismo, contro quella frangia “colonialista” (ed è bene tenerlo a mente: una corrente minoritaria) e fanatica che tanta influenza ha nello Stato d’Israele, una frangia che potremmo dire essere il frutto di un percorso culturale ed antropologico prodotto da quella nuova “visione” dell’Ebraismo che si generò dopo l’invenzione del monoteismo abramitico fino alla tendenziosa stesura del “Talmud“. L’origine di una crociata non ancora placatasi.

 

Di fatto, oggi, la lobby sionista che sostiene e legittima l’esistenza d’Israele non è uno Stato nel lontano Medio Oriente, ma un sistema di potere economico planetario (che sfrutta il sistema capitalista, già di per sé soggetto a degenerazioni..) di banche e corporazioni transnazionali governato dalla maggioranza dei pacchetti azionari in mano appunto ad una stretta cerchia di tecnocrati ebrei (i primi che infatti inventarono il sistema bancario con “riserva frazionaria”, ossia la truffa del prestito/debito, grazie alla famiglia Rothschild). Chi si prende la briga di indagare i nomi dei membri dei direttivi o degli azionisti delle grandi corporazioni e delle banche transnazionali statunitensi ed europee che controllano dal commercio estero e interno fino ai sistemi economici produttivi dei paesi, sia centrali che “sottosviluppati” o “emergenti”, potrà facilmente verificare che (in una stupefacente maggioranza) sono di origine ebraica -il ché ovviamente non è un difetto del popolo ebraico, ma solo una circostanziale casistica storico-sociale… sia ben chiaro!). Ad ogni modo, la lobby sionista pro-israeliana, la rete del potere occulto che sembra controllare la Casa Bianca, il Pentagono e la Federal Reserve, non prega nelle sinagoghe ma nella Cattedrale di Wall Street.

 

Altresì, quando si dice che i “Tempi Stanno Cambiando” non ci si riferisce solo a quella splendida canzone di Bob Dylan, ma anche che questo cazzo di 2012 ci sta plausibilmente trascinando verso una direzione che sembra avere un sapore a dir poco esplosivo! Ecco, in effetti, sarebbe cosa buona e giusta che l’evento non sia segnato da una “vera”… “esplosione”! La possibilità che esso non finisca con una detonazione, mortale, quanto fastidiosa, invece che con un bel “fare all’amore” generale tutti nudi su un campo di girasoli, è racchiusa esattamente dentro di noi! Cioè sulla nostra decisione nel “volere” giungere a quella goliardica trombata, o a fare la fine di una polpetta di merda! Converrete con me che la scelta, messa così, non dovrebbe trarci in alcun dubbio, eppure, l’uomo ha quella sottile tendenza a voler per forza incartarsi in un guazzabuglio di pippe mentali… che si dimentica quanto una goduria generale sia così alla portata! O no?

 

La realtà è perfettamente dipendente dalla nostra immaginazione, non lo dico io, lo dicono gli scienziati, anche in questo senso è in atto un’autentica rivoluzione. Perciò cosa ci vuole ad immaginarci tutti una vita migliore! Siamo così abituati a guardarci da tutto e tutti che ci siamo dimenticati di quanto sia facile fare un sorriso e amarci tra di noi. Basta cominciare dalle persone a noi più vicine. È semplice! Che cazzo ci vuole!? Non è una cosa da sfigati! Anzi, ci vogliono le palle per farlo! Ma è anche una cosa semplice da fare se davvero si vuole! È naturale! La giustizia, l’amore, la fratellanza, l’amicizia, la pace, la libertà… sono tutte lì alla nostra portata. Ad un passo dalla nostra mente… e quindi dalle nostre mani! L’inganno diabolico è vedere lontano ciò che è vicino, piccolo ciò che è enorme, diviso ciò che è Unico! Questa è la trappola dell’ingannatore: farti vedere il male dove c’è solo Bene! Questo è (il) diabolico! Questo mischia le carte… e ci imbroglia! Così come ci confondono le teorie complottistiche che disegnano gli ebrei come gli unici responsabili di tutto il male del mondo, NON È COSÌ! Un farabutto è un farabutto, l’appartenenza razziale non c’entra un cazzo!

Sfanculiamoli tutti questi Signori della Guerra, voglio vedere chi mandano in trincea! Lucifero (per usare un nome con cui in realtà si simboleggia altro da ciò che comunemente si pensa..) ci ha consegnato (con la sua Immaginazione creativa sfrugolata dal dubbio della Conoscenza) questa realtà (vedi il vero mito al riguardo, quello tramandatoci cioè dalle dottrine esoteriche); ma se noi continuiamo ad emularlo in modo così ossessivo, non saremo “al di là del Bene e del Male”, anzi, faremo un torto al Bene e al Male. Sarebbe la fine! Dopo di noi non rimarrebbe più nessuna traccia di una qualche forma di vita! Di questo passo infatti, non potrà esserci più alcun equilibrio, snatureremo l’intera realtà.

Il Male deve essere momentaneo, esso è un istante transitorio: un preludio al “creare”, perché è così che stanno e vanno le cose! Il Male è anche la necessaria spinta (traumatica) per ogni fantastica visione, anche se non può durare troppo, ne usciremmo fuori di testa e col culo rotto! È come trattenersi ad occhi aperti di fronte al sole, ci incenerirebbe gli occhi di Luce. Dobbiamo riportare equilibrio. Noi siamo figli di Lucifero in quanto creati da una sua “produzione“, ma non è a lui che dobbiamo soggezione, la nostra “sostanza”, come la sua del resto, ha come unico rimando la “Fonte” di tutto. Pertanto, Lucifero è solo un ascendente putativo che in verità non ha diritti su di noi, dunque, emularlo all’infinito non porta a niente di buono! Anzi, è un tunnel senza fine!

È giunto il momento di cercare il nostro vero Padre! Tra l’altro Lucifero lo conosciamo così com’è solo perché “noi” lo immaginiamo tale! Ce lo siamo immaginato noi così opprimente… noi tutti! Provate ad andare a vedere una foto del Presidente della Banca Mondiale Robert Tzoellick… e ditemi voi se quello non assomiglia a Lucifero! Cazzo è uguale!

Ora basta però, voglio ricominciare ad immaginare le cose giuste: anche l’altro “lato”! Il buio di una notte non dura in eterno, altrimenti, sarebbe una cosa contro natura, come se domani il sole non dovesse più tramontare, come se il mio cuore non dovesse più battere a tamburo di fronte un bel culetto di una splendida donzella: un essere perfetto con cui celebrare una vita elettrizzante. Pensate che sono un edonista? E lo vedete che continuate a pensare sempre a male! Questo è perché non credete più che la vita ci possa, anzi ci debba, riservare solo entusiasmo e libertà! Credete che è da patetici pensare in questo modo, allora, vi riconfermo un segreto amici: siete voi che non avete le palle! Ma dove sta scritto che ogni individuo di questa terra debba soffrire le “pene dell’Inferno”! E vedete come le prime parole che ho scritto di getto sono dei versetti sionisti!

 

Ci sono Ebrei che scendono in piazza per protestare contro il sionismo dello Stato di Israele, perché in verità sionismo ed ebraismo sono due cose diverse.

Lasciando dunque fuori da questo discorso il meraviglioso popolo ebraico (cosa questa inequivocabile, intelligente e doverosa, anche alla luce di quei schifosi sentimenti antisemiti, appunto..), possiamo dire che quando parliamo d’Israele, parliamo anche di un disegno strategico di potere mondiale che lo protegge, interattivo e totalizzato, che si concentra attraverso una rete infinita di associazioni e vasi comunicanti tra il capitale finanziario, industriale e dei servizi che trasforma i paesi e governi in gerenze di enclave. La politica sionista è fatta da banchieri che da sempre fomentano la cosiddetta “guerra al terrore” di USA e Israele, o meglio di USrael.

Il sionismo striscia in tutto il mondo, allo stesso modo di quelle frange degenerate che in nome del capitalismo e del sistema finanziario o petrolifero continuano a fare i loro porci comodi. Ma noi non dobbiamo alimentare questi disonesti di alcuna attenzione. Ignoriamoli, spegniamo le Tv, c’è la rete. Immaginiamo altro; e quando vengono a bussarci insinuanti sulla spalla, diciamogli solamente: “Non mi toccate e… spolveratevi dalle balle!”.

Neppure una “tragedia” dovrebbe farci male per sempre, io credo in questo, lo insegnano anche gli antichi Greci; è come se a un bambino fosse tolta la libertà di credere che la sua vita non possa essere emozionante! Che non possa brillare, alla stregua di tutto, di solo amore! È chiaro che nessun genitore potrebbe mai sopportare un tale “stato di fatto”! Facciamolo almeno per i nostri figli, per le generazioni future! Diamo l’esempio!

Fatale

.

.

.

p.s.- di seguito alcuni video che secondo Uki andrebbero guardati epurati da quelle esasperazioni tipiche delle teorie complottistiche.

Come dal monoteismo abramitico si è strumentalizzata una religione e una “visione del mondo” disposta all’accumulo di “ricchezze materiali”… e i fatti storici che ne sono conseguiti.

Ragazzo ebreo manifesta contro Israele …e finisce male

http://vimeo.com/34349600

Ebrei uniti contro il Sionismo

http://youtu.be/QmvC0Y8HDjA

La Rete del Potere Sionista in America e l’estremismo di certi rabbini dell’establishment

Il potere sionista in Italia (?)

Share Button
Written By
More from Andrea Fatale

I Racconti Delle Nebbie (Perf. Paolo Benvegnù/Nicholas Ciuferri) @ Auditorium Parco della Musica (Roma) – 03/2019

Un reading tra cantautorato, narrativa, performance e disegno. Uno spettacolo musicato su...
Read More

12 Comments

  • Ovunque e sempre il sionismo si è messo la pelle dell'agnello per nascondere i denti del lupo, sfruttando la religione e coloro che sinceramente hanno creduto nei suoi insegnamenti per portare avanti i suoi piani.

    Non c'è nulla di nuovo in tutto questo. La stessa cosa accade ovunque, e non sono pochi coloro che sono morti in prigione per protestare contro quest'uso distorto delle religioni.

    In Tibet l'ultimo atti di questa strage che ha installato un falso Dalai Lama e fatto sparire il bambino che gli doveva succedere, installando al loro posto due personaggi graditi al sistema.

    Il sionismo si sta autofagocitando, così come ritengo avverrà alle altre religioni, ovunque, in funzione del fatto che il NWO ha intenzione di sottomettere il pianeta ad un unico governo, un unica moneta, un unica religione.

    Ecco perchè gli attacchi all'Islam, religione forte e praticata dal maggior numero di persone al mondo, e a tutte le altre religioni, mettendo al posto di persone credenti e devote servi del sistema che distruggono queste religioni da dentro, così come sta accadendo al cattolicesimo.

    Questo è il piano, e questo accade perchè quando un popolo ha ferme credenze religiose è più difficile da sottomettere. Tirate ora voi le conclusioni, se questo scisma sia un bene o un male.

    Io non sono in grado di farlo, oppure lascio a voi riflettere su questo.

    Se leggete i Protocolli de Savi anziani di Sion ( http://www.juliusevola.it/documenti/template.asp?cod=393 ) potrete riflettere meglio.

    Vi prego di leggere con attenzione, anche se si tratta di un documento lungo.

    Dopo avrete una visione molto più chiara.

    Grazie dell'attenzione.

    D.G.

  • il problema vero infatti del sionismo è che è nato dall'invenzione del monoteismo, come dice l'articolo, è passato per l'ebraismo ortodosso, per giungere all'enraismo di oggi che è fermo solo al rispetto di ferrei precetti, un sistema religioso che ha partorito un parallelo sistema politico sfociato nel sionismo. quest'ultimo è la stessa rete di dominio, solo dal punto di vista economico-politico. è una piovra gigantesca. qualcosa di mostruoso.
    il problema qua è quindi capire COME resistere ai piani dei Protocolli de Savi anziani di Sion… leggendoli, ci si controce lo stomaco

  • un articolo pieno di speranza e di illuminanti riflessioni per una delle pagine più oscure della nostra storia contemporanea, una pagina da voltare assolutamente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.