Giorgio Canali & Rossofuoco: “Undici canzoni di merda con la pioggia dentro” [Recensione]

In questo nuovo lavoro l’artista pubblica undici brani inediti, suscitati dall’atmosfera pesante della bassa padana e dalle finte arie di cambiamento di un mondo in perenne evoluzione ma costantemente regolato e governato dagli stessi principi e dalle stesse caste di sempre

«Lei delira, Signor Canali!» La vecchia citazione, un tempo dovuta a quello psicotico di Antonin Artaud, ci sta bene per descrivere “Undici canzoni di merda con la pioggia dentro”, nuovo lavoro di Giorgio Canali e Rossofuoco, uscito lo scorso ottobre per La Tempesta Dischi e distribuito da Master Music.

Il lavoro è un classico, delirante Canali-style”, con tutti i colpi di classe previsti, quando si tratta di un musicista così esperto, noto per il suo registro al contempo aggressivo, sfacciato, morbido e caustico. Testi mai banali, sempre di valore (diamo sfogo a “Pòlemos”: magari anche solo l’1% in più dell’Indie italiano fosse così), e quel suono, così potente, eccellente complemento alle parole, che trascinate dalla musica, diventano immagini (oddio, ad essere sinceri, quelli erano i Dream Theater. Ma ormai avrete capito che fare voli pindarici è una passione mai sopita di colui che scrive): figure di cruda brutalità e tenera poesia si alternano, dall’opener “Radioattivitá”, alla splendida “Undici” («Sciami di perdenti nati/Che si ostinano a grattare /Con le stesse aspettative/con cui vanno a votare»).

Il lavoro viaggia forte ed intenso, ed aspettarsi di meno sarebbe stato un insulto alla storia di un artista così importante. E poco può fare lo sprezzante titolo, un po’ manzoniano (lato Piero) dell’intero lavoro. Qua c’è tanta classe, in grado di affettare con acre violenza la soffocante nebbia padana. Parole e immagini da vivere, ascoltare e vedere. Chapeau.

 

Federico Ciampi

> FACEBOOK

Brani:

1. Radioattività
2. Messaggi a nessuno
3. Piove, finalmente piove
4. Estaate
5. Undici
6. Emilia parallela
7. Aria fredda del nord
8. Fuochi supplementari
9. Danza della pioggia e del fuoco
10. Mille non più di mille
11. Mandate bostik

Prossime date:
14/12 Milano – Serraglio
27/12 Teramo – L’Officina – NUOVA DATA
28/12 Lecce – Circolo Arci La nuova Ferramenta
29/12 Pescara – Scumm
02/02/2019 Buja (UD) – Auditorium della biblioteca 6 maggio 1976 – NUOVA DATA

Share Button
Written By
More from ukizero

Emanuele Colandrea: esce “Un Giorno di Vento”, tra canzoni e racconti…

Il cantautore presenta un disco sia da ascoltare che da leggere con...
Read More

3 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.