Eterae: “Fermi & Arresi”, tra alt rock, punk e noise!

L’esordio al tritolo della band cosentina

Se qualcosa da dire è rimasto ancora, nel pigro panorama rock underground italiano, di certo gli Eterae, non possono passare inosservati. Scivola addosso un rock crudo e moderno, di un trio noise molto giovane, rappresentante di una provincia lontana e dimenticata, quella di Cosenza.

Il noise unito all’alt rock di scuola anni ottanta e novanta, quello urlato in italiano, di scuola Marlene Kuntz, riferimenti al Teatro degli Orrori o ad i più recenti Ministri, con delle piccole parti di piacevole psichedelia. La voce di Ettore Giardini ti afferra nella sua nudità rabbiosa e punk, di grande impatto e melodia e fai fatica a non fare dondolare la testa. La chitarra cambia carattere ad ogni canzone, ogni colore con la sua potenza che riempie unendosi alla sezione ritmica che supporta le parole amare dei testi, talvolta parlati.

Scaltro ed innocente, “Fermi & Arresi” è una pacca sulla spalla, di quelle che ti restano e che ti fanno fermare a pensare, consolatoria no, di quelle che servono a farti aprire gli occhi e vedere la triste realtà.

Registrato presso TheBoxStudio di Fabio Abate e Danilo Gentili con la collaborazione di Mattia Deluca concludono le riprese nell’arco di neanche due settimane.
Gli Eterae nascono alla fine del 2015 da Ettore Giardini (basso e voce principale), Gaetano Mazzei (Chitarra e seconda voce) e Domenico Gioffrè (Batteria); registrano il loro primo EP autoprodotto ‘Psycotropia‘. A due anni dall’uscita del primo EP decidono dunque di registrare il loro primo disco con nuovi brani inediti e nuove sonorità, cosi a Giugno del 2017 iniziano le registrazioni di questo “Fermi & Arresi”. Durante i lavori di post-produzione il trio affida i lavori grafici a Roberto Gentili e quelli di ufficio stampa a Gianpaolo Giabini di Lunatik, stringendo rapporti con la Scattivorticosi Records, etichetta indipendente torinese.

Insomma, gli Eterae ci convincono, perché “C’è chi non vive ma ride”, laddove le liriche raccontano disagio e insofferenza, lotta al male di vivere, nichilismo e mancanza d’amore.

.

Evangelos Voutos

Gigs:

14 Aprile PunkRazio – Pomezia
21 Aprile Laboratorio Millepiedi – Caserta
25 Maggio Hor – Sassari
26 Maggio Rock N’ Roll Party – Olbia

> FACEBOOK
> YOUTUBE

Share Button
Written By
More from ukizero

L’inutilità del nuovo album (?) dei Pink Floyd…

Perché persone come me si vedono costrette a criticare così un gruppo...
Read More

3 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.