Cigarettes After Sex @ Parco di Ostia Antica (Roma) – 07/2018

Tra rovine dell'antico impero e musica del nuovo millennio ha preso scena lo spettacolo dolcemente conturbante della band texana

Dolcemente conturbanti. Non ci sono altre parole per descrivere il concerto dei Cigarettes After Sex che ha preso scena nello splendido paesaggio del parco di Ostia antica. All’interno del meraviglioso parco, si trova un piccolo, ma dell’acustica perfetta, teatro romano costruito nel I secolo a.C..

Inciso: trovo meravigliose queste iniziative che riescono a far rivivere dei luoghi storici di Roma contestualizzandoli ma senza sviscerarli dalla loro storia, come stanno facendo perfettamente con il Teatro di Ostia Antica. Un bravo a tutti quelli che ci sono dietro e che lavorano duro per rivalutare tante aree storiche, seppur non centrali di Roma.

Cosi, fra rovine dell’antico impero e musica del nuovo millennio ha preso scena lo spettacolo rilassante e cullante della band texana.
Musiche dionisiache inebrianti e parole soavi che uscivano dalla bocca di Greg González, che ci hanno portato lentamente a uno stato d’ubriachezza mai molesta.

Con i Cigarettes after Sex, mai nome del gruppo fu così corretto, ci si sente come dopo aver fatto l’amore, leggermente drogato, totalmente rilassato, coccolato e avvolto in una nuvola che fluttua in una galassia dentro un bicchiere di cointreau.

Surreale e meraviglioso è il fatto che in un anno siano riusciti, grazie al passaparola, a passare da band indie a realtà internazionale. Surreale e meraviglioso è il fatto che in un solo album, l’unico mai pubblicato, siano compresi così tanti bei pezzi, suonati ieri fra pini secolari e colonne romane: dalla calda “Truly” alla dolcissima “K.“, passando per “Each time you fall in love“, “Crush” fino alla loro punta di diamante, l’immediato capolavoro “Nothing’s Gonna Hurt You Baby“.

Infine rientrati sul palco a gran richiesta hanno concluso con una supplica, che sembrava anche un consiglio per i fan più spassionati “Please dont cry“. E Qualche lacrima sono sicuro ai più sensibili sarà scesa. A presto.

 

Gabriele Edoardo Mastroianni

Share Button
More from Gabriele Edoardo Mastroianni

ZU con Mats Gustafsson @ Monk (Roma) – 06/2018

Il concerto degli Zù al circolo Monk è stato a dir poco entusiasmante....
Read More

5 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.